Connect with us

News

Il collasso della civiltà umana

Haran

Published

on

loading...

di Christian Giordano

Una riflessione sulle “invenzioni” culturali e quanto investiamo su di esse, emotivamente e cognitivamente, spesso senza neppure esserne consapevoli.

La nostra civiltà scomparirà. Come l’impero egiziano, con le sue monumentali piramidi, i suoi faraoni, il suo commercio, la sua cultura, la sua religione millenaria. Come l’impero babilonese con le sue imponenti Ziqqurat, i suoi re, le sue tradizioni, le sue biblioteche e il suo commercio. Come l’impero fenicio, le sue invenzioni, la sua arte raffinata, le sue filosofie.

Insomma, anche la nostra civiltà scomparirà. Anzi sta già scomparendo. Perché le civiltà sono come gli organismi: nascono, si sviluppano, decadono e muoiono. E poi perché le nazioni, le civiltà, le culture sono in realtà delle invenzioni. Invenzioni per cui la gente uccide, sogna, si dispera, combatte, ma pur sempre invenzioni.

E sono irrazionali. Un po’ come il tifo calcistico: non c’è un motivo razionale per tifare Inter, Milan, Roma, Lazio, Juve… Eppure si è disposti a menare, a litigare, a spendere molti soldi, perfino a uccidere!

I confini tra Italia e Francia sono invenzioni. I confini tra Belgio e Germania sono invenzioni. I confini tra USA e Canada sono invenzioni. I confini tra qualsiasi Nazione e qualsiasi altra Nazione sono invenzioni. Lo si vede con chiarezza guardando la cartina geografica dell’Africa: linee tirate giù con il righello. Non si presero neppure la briga di seguire il profilo idrogeologico. Oggi chi nasce a Roma è italiano. Fino a qualche decennio fa era cittadino vaticano. Oggi chi nasce in Corsica è francese. Prima era piemontese. Prima ancora era fenicio… I confini sono un’invenzione.

E noi uccidiamo per quell’invenzione. Uccidiamo per la Patria. Uccidiamo per la Religione. Uccidiamo per l’Ideologia. La nostra civiltà – intendo la civiltà a livello mondiale, la civiltà umana – è al collasso. Perché ci sono dei circuiti perversi che accettiamo passivamente, dandoli per scontati, senza rifletterci.

Pensateci: gente che si vende, tradisce, si abbrutisce, uccide per delle entità irreali. I numeri della Borsa – i milioni di miliardi che si muovono nei “mercati” ogni giorno – non corrispondono a niente. Il denaro stesso – che un tempo era il corrispettivo delle riserve auree – non corrisponde più a niente. Ma già l’oro in sé non corrispondeva a niente di veramente prezioso. Cos’è l’oro? Si mangia? Si beve? Ci si ripara? Gli Aztechi e i Maya pensavano che gli spagnoli se ne nutrissero, non capivano tanta avidità per un metallo.

Pensateci: per questa concezione perversa dell’economia, ci ritroviamo con vaste aree del globo terrestre ricchissime di tutto ciò che è prezioso (acqua, terreno, colture, clima, minerali…) che sono in miseria. E ci sono invece posti in mezzo al deserto, dove non cresce nulla e si vive a stento, in cui si costruiscono piste da sci tra la sabbia, in cui fontane d’acqua dolce zampillano in ogni angolo e in cui la gente muore per il colesterolo alto. Vi sembra normale, questo?

Pensateci: intere classi sociali, anche in Italia, si fanno la guerra per i pochi beni a disposizione. “Non c’è lavoro per tutti” si dice. “Non ci sono risorse per tutti” si dice. “È una guerra tra poveri” si dice. Ogni giorno i bar, le pasticcerie, i supermercati, le pizzerie, i ristoranti buttano via tonnellate di cibo. Ogni giorno. Tonnellate di cibo ogni giorno. Non ci sono risorse per tutti? Ogni stagione vengono lasciati marcire o schiacciati con i trattori tonnellate di pomodori, arance, zucchine, mele… Ettolitri di latte versato nel terreno. Non ci sono risorse per tutti? È una guerra tra poveri? Ma siamo davvero così poveri?

Pensateci: non c’è lavoro per tutti. No. Siamo nel 2017. Un tempo per coltivare un campo che rendeva 100, ci volevano 20 persone. Oggi bastano 3 persone e un trattore. E il campo rende 300, grazie alle biotecnologie. Ci sono 19 persone di troppo. Certo, alcuni di quei contadini di troppo andranno a costruire i trattori. Ma sono comunque troppi. Ma il punto non è questo. Il punto è che il salario per il lavoro è un’invenzione.

Se fossimo davvero nel 2017 e se fossimo davvero avanzati come civiltà, non ci sarebbe una cosa come “il salario”. Le ore di lavoro non sarebbero per la sopravvivenza – quella dovrebbe essere garantita dal fatto che sei un essere umano e hai diritto di vivere. Le ore di lavoro sarebbero il tuo contributo alla comunità nella quale sei nato. Perché lavorare non è una condanna ma un’opportunità di crescita personale, di identità. È diventato una schiavitù, perché l’attuale lavoro è un ricatto e le condizioni di lavoro sono spesso da schiavitù. Lavoreremmo tutti, 4-5 ore al giorno. E il resto del tempo? Lo vivremmo. Lo passeremmo a coltivare le amicizie, a occuparci degli affetti, a dedicarci all’arte, alla crescita personale, al progresso dell’umanità. Lo scriveva già quasi un secolo fa Bertrand Russell.

Ma questo presupporrebbe, oltre a un radicale cambiamento di prospettiva, un controllo delle nascite. Le società animali lo fanno in modo naturale: dove c’è abbondanza di risorse si moltiplicano, dove c’è scarsità di risorse diminuiscono. Anche gli esseri umani lo fanno in modo naturale: dove le risorse sono distribuite e c’è un buon livello di benessere, le comunità umane hanno meno figli. O meglio, fanno un numero di bambini proporzionato alle risorse. Nei paesi in cui l’aspettativa di vita è scarsa, si fanno molti più figli perché il “gene egoista” cerca di sopravvivere dandosi più chance. Come le tartarughine: sono tantissime ma solo poche raggiungono il mare e sopravvivono. Per questo fanno tante uova.

Il controllo delle nascite (come il controllo della sessualità, dell’alimentazione etc.) negli uomini è regolato non dall’istinto ma dalla cultura. Infatti tutte le religioni controllano sessualità, cibo e desideri. E tutte le “culture” hanno norme su cosa è giusto o sbagliato in campo di sessualità, cibo e desideri.

Il collasso della civiltà quindi non è solo una questione di “corsi e ricorsi storici” ma una questione di cultura. Ma secondo voi la nostra cultura ha fatto molti progressi? Sì, non c’è più la schiavitù. E le baraccopoli di braccianti africani in Puglia che raccolgono le tue cicorie bio? Non c’è più la schiavitù. E i capannoni alla periferia di Prato e di Roma in cui donne incinte e bambini cinesi cuciono la maglietta che indossi? Non c’è più la schiavitù. E i contratti precari con cui i lavoratori di oggi vengono tenuti sotto ricatto? Non c’è più la schiavitù. E le migliaia di ragazze deportate sulle nostre strade costrette a farsi violentare ogni giorno per qualche decina di euro “di divertimento”?

Guardando la civiltà ateniese del III sec. ac, siete proprio sicuri che la nostra cultura ha fatto così tanti progressi? uardando le comunità di nativi americani, siete proprio sicuri che la nostra cultura ha fatto molti progressi?

Articolo di Christian Giordano

Fonte

loading...
Advertisement
loading...
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

News

GUARDATE QUESTO, SE ANCORA NON CREDETE CHE UNA FALSA INVASIONE ALIENA OLOGRAFICA SIA POSSIBILE

Haran

Published

on

By

loading...

Con i progressi della tecnologia, non c’è da meravigliarsi che la proiezione olografica sta diventando sempre più realistica, con il passare degli anni. Come specie, siamo sempre rimasti divisi sulle nostre differenze e sulle nostre idee. Guardate il nostro mondo oggi: Il terrorismo è in aumento, mettendo le religioni l’una contro l’altra. Gli esseri umani stanno ancora combattendo la stessa guerra che i nostri antenati hanno combattuto migliaia di anni fa. Le Crociate, le guerre mondiali o qualsiasi altra guerra nella storia dell’umanità Tutto è cominciato quando  è stato permesso all’odio di crescere, e di annientare il “nemico” comune percepito come “cattivo”.

Ronald Reagan, Bill Clinton, e il film Independence Day hanno un detto comune: “Unire il mondo contro un nemico comune”. Questo è dove il NWO in “formato” invasione Aliena. L’inganno viene mostrato nel link qui sotto con l’aiuto  anche del Project Blue Beam ovvero, la prima teoria del complotto che ha predetto questo. E ‘stato avviato nel 1994 da un teorico della cospirazione dal giornalista Serge Monast, che ha affermato che la NASA sta cercando di implementare una religione New Age con l’Anticristo in testa. Nel 1996, Monast ed un altro giornalista senza nome sono morti entrambi di un attacco di cuore, il che ha portato i sostenitori della teoria della cospirazione a credere che fossero in realtà assassinati. E ‘stato anche ritenuto che il governo canadese ha rapito la figlia di Monast al fine di impedirgli di indagare ulteriormente. Guardate il video qui sotto per vedere quanto sia avanzata la proiezione olografica e cosa è  diventata, e perché i timori di una possibile invasione aliena tramite una proiezione olografica sia ora a un livello molto più alto rispetto al passato:

Il Project Blue Beam è uno delle più celebri teorie della cospirazione di tutti i tempi, in quanto è ancora uno dei temi più frequentemente dibattuto. Ha dato inizio alle teorie di molto cospirazioni  a causa della tragedia che ha colpito i suoi autori originali. Inoltre, c’è stata evidenza di un sacco di video resurfacing di “città nuvola”, la maggior parte dei quali sono apparse in Cina. Molti hanno detto che questo è il risultato del progetto Blue Beam, anni dopo la sua prima apparizione. Alla fine ha fatto, anche se lentamente, alcuni complotti, come il Project Blue Beam, sono usciti allo scoperto.

Fonte: Hackthematrix

 

 

 

loading...
Continue Reading

News

Oggetto stellare gigante più grande di Giove è diretto verso il nostro Sistema Solare

Haran

Published

on

By

loading...

Gli astronomi dilettanti stanno osservando e seguendo ciò che credono sia una cometa, poiché aumenta di dimensioni e luminosità visibili nella nostra atmosfera.  Soprannominato PANSTARRS (C / 2017 S3), questo oggetto spaziale è enorme e si sta dirigendo verso il sistema solare. Sarà visibile ad occhio nudo fino alla fine di Agosto 2018.

L’osservatore austriaco del cielo Michael Jager ha pubblicato una foto sulla sua pagina Facebook della misteriosa ed enorme stella luminosa visibile nello spazio. Ha detto: “Molto probabile che si tratta di una Cometa e la sua atmosfera è di 260.000 km di diametro, quasi il doppio del pianeta Giove. Queste dimensioni lo rendono un obiettivo relativamente facile per i telescopi per terrazzi.”

Ma i teorici della cospirazione pensano che potrebbe essere molto peggio. Tyler Glockner, che gestisce il canale You Tube Secureteam10, ha ipotizzato che non ci sia modo per essere valutata come una cometa poiché non ha una coda.

Ha anche aggiunto che sembrano esserci due oggetti dal centro. Glockner ha pubblicato il video sul suo canale YouTube, ma gli spettatori pensano che possa essere ancora più misterioso come oggetto che è più grande di Giove. “Arriva Nibiru ed è reale, causerà terremoti e uragani e sta spostando comete dalla Nube di Oort come mai prima d’ora”, ha dichiarato un appassionato di alieni. Un altro ha aggiunto: “È una luce proveniente da un sistema planetario che si schianta contro di noi”. E un terzo commenta: “Quello è un pianeta, non una roccia spaziale”. Si dice che Nibiru causerà nel suo avvicinamento alla terra, disastri come terremoti potenti e eruzioni vulcaniche. Per molti,  il grande pianeta sconosciuto, si avvicinerà al nostro pianeta entro il XXI secolo.

Ma cos’è veramente questo oggetto enorme?

Tralasciando ogni sorta di cospirazione, il gigantesco oggetto verde che si avvicina al sistema solare è la cometa PANSTARRS (C / 2017 S3), che ha aumentato la sua luminosità e sembra circondata da un’enorme nuvola di polvere e gas verde, quindi , è stato soprannominato ‘Incredible Hulk’. La cometa verde si avvicina al sistema solare e la sua nuvola di polvere e gas è così brillante che alcuni astronomi stimano che potrebbe presto essere visibile ad occhio nudo nel cielo notturno di alcune parti del mondo.

Nonostante queste dimensioni impressionanti, la nuvola di polvere verde di PANSTARRS (C / 2017 S3) è instabile e gli astronomi non sanno se si disintegreranno quando si avvicina al nostro Sole, o se prenderanno slancio per proiettarsi verso i confini dell’universo.

Quello che è  più interessante per gli astronomi è che la chioma della PANSTARRS (C / 2017 S3) sta aumentando la luminosità ad un ritmo impressionante: solo in questa settimana è stato segnalato un aumento del 1600%. Per continuare con la sua traiettoria attuale, l’Incredible Hulk” raggiungerà il punto più vicino al nostro Sole intorno al 15 o 16 agosto di quest’anno: la prima volta che si trova nella parte interna del sistema solare. L’astrofisico Michael Jager cosniglia gli astronomi dilettanti di “aspettarsi qualcosa di inaspettato” e di cercare “una cometa non guidata con una vivida nube di gas attorno”.

Via Segnidalcielo

loading...
Continue Reading

News

Misterioso oggetto lampeggiante catturato nel cielo sopra il New Jersey (Video)

Haran

Published

on

By

loading...

Il 5 luglio 2018 un testimone ha filmato delle strane luci pulsanti sconosciute nel cielo sopra il New Jersey. 

Il testimone afferma che le quelle luci erano veramente atipiche.

Si tratta di un un raro fenomeno aereo, un fenomeno naturale o un portale che si è aperto sul New Jersey?

 

loading...
Continue Reading
loading...

Trending