Connect with us

Ufo e Alieni

Segnali alieni nella notte – estratti dalle memorie di Nikola Tesla

Haran

Published

on

loading...

Lo sviluppo dell’uomo è vitale e dipende dall’invenzione. È il prodotto più importante del cervello creativo. Il suo scopo principale è la completa padronanza della mente sul mondo materiale, intrappolando le forze della natura per i bisogni umani. Questo è il difficile compito dell’inventore che viene spesso frainteso e non premiato. Ma egli trova ampia compensazione nelle esercitazioni piacevoli dei suoi poteri e della conoscenza di essere uno di quella classe particolarmente privilegiata, senza la quale la razza sarebbe perita da tempo nella lotta accanita contro gli implacabili elementi.

Personalmente ho avuto parecchie soddisfazioni e mi è stato accreditato di essere uno dei lavoratori più duri (pignoli) e forse lo sono, se il pensiero è equivalente al lavoro, dal momento che ho dedicato quasi tutte le mie ore di veglia a quest’ultimo. Ma se il lavoro viene interpretato come l’esecuzione definita in un momento specifico, secondo regole rigide, allora potrei asserire che sono il peggiore dei fannulloni.

È chiaro che ogni sforzo esige un sacrificio di energia vitale. Non ho mai pagato tale prezzo. Al contrario, ho prosperato sui miei pensieri. Nel tentativo di dare una contabilità corretta alle mie attività in questa storia della mia vita, devo ammettere, anche se riluttante, che le impressioni ricevute in gioventù, le circostanze e gli eventi vissuti in quel periodo hanno contribuito a determinare la mia carriera.

I nostri primi sforzi sono puramente istintivi, suggerimenti di una fervida e indisciplinata immaginazione. Ma quei primi impulsi, anche se non immediatamente produttivi, sono molto importanti e possono plasmare il nostro destino. In realtà, solo adesso capisco che avrei dovuto coltivarli invece di sopprimerli, sicuramente avrei aggiunto un valore sostanziale al mio lascito al mondo. Tuttavia solo quando compresi l’umanità mi resi conto che ero un inventore.

Ciò è dovuto da diverse cause. In primo luogo, ho avuto un fratello dotato di uno straordinario ingegno; uno di quei rari fenomeni della nostra mente alla quale i ricercatori biologici non sono riusciti ancora a dare una spiegazione. La sua morte prematura e inaspettata lasciò un grande vuoto nei miei genitori.

Abbiamo posseduto un cavallo che ci fu regalato da un caro amico. Un magnifico animale di razza araba, in possesso di un’intelligenza quasi umana, che abbiamo amato e curato considerandolo parte della nostra famiglia. Una volta salvò anche la vita del mio amato padre in circostanze straordinarie. Una notte d’inverno, mio padre fu contattato per eseguire un compito urgente, e mentre attraversava le montagne, infestate dai lupi, il cavallo si spaventò e corse via, gettandolo violentemente a terra.

Tornò a casa sanguinante ed esausto, ma in un batter d’occhi dopo aver dato l’allarme si girò immediatamente verso quella direzione, e ci condusse da mio padre, il quale dopo aver ripreso conoscenza tornò a cavalcare, senza neanche rendersi conto che era rimasto disteso in mezzo alla neve per diverse ore.

Tuttavia lo stesso cavallo fu poi responsabile delle lesioni mortali di mio fratello. Ho assistito alla tragica scena e anche se sono passati molti anni da quel giorno, le immagini sono rimaste indelebili nella mia mente. Questo ricordo rende insignificante ogni mio sforzo compiuto, e qualunque cosa io faccia non conta per i miei genitori, poiché sono costantemente afflitti dalla perdita di mio fratello. Per cui sono cresciuto con poca fiducia in me stesso. Purtuttavia non ero di certo considerato un ragazzo stupido.

Un giorno i consiglieri anziani stavano passeggiando lungo una strada dove giocavo con altri ragazzi. Uno di questi venerabili signori, un cittadino benestante, il quale si fermò per dare una moneta d’argento a ciascuno di noi. Quando arrivò il mio turno, si avvicinò dicendomi: “Guardami negli occhi!”, a quel punto allungai la mano ma egli mi disse: “No, non otterrai nulla da me, sei troppo intelligente.”

Mia madre era discendente di una delle più antiche famiglie del paese, una famiglia di inventori. Sia suo padre che suo nonno inventarono marchingegni e attrezzi agricoli. Era veramente una grande donna, di rara abilità, coraggio e forza. Devo a lei la mia mente creativa, riesco ancora oggi a visualizzare nella mia mente le sue meravigliose caratteristiche.

Le visioni di Tesla

Nella mia giovinezza ho sofferto di un dolore particolare, dovuto alla comparsa di immagini spesso accompagnate da forti lampi di luce, le quali hanno viziato la vista di oggetti reali e interferito con i miei pensieri, e azioni.

Le parole prendevano forma, quelle forme si trasformavano in oggetti che puntualmente si presentavano sotto forma di visioni. Era tutto così reale che a volte faticavo nel distinguere il vero dal falso. Questo mi ha causato grande disagio, e ansia. Nessuno degli studenti di psicologia o di fisiologia che ho consultato è stato in grado di spiegarmi tale fenomeno e/o da cosa dipendesse. Sembravo essere l’unico, un caso raro, probabilmente ero predisposto come lo era mio fratello, il quale ha sperimentato un problema simile.

Teorizzai che le immagini erano il risultato di un’azione riflessa dal cervello sulla retina sotto grande eccitazione. Certamente non erano allucinazioni, come quelle prodotte da menti malate e angosciate, poiché sapevo di essere normale e composto.

Per dare un’idea della mia angoscia, supponete di avere assistito a un funerale o a qualche altro brutto spettacolo che tocca i nervi. Poi, inevitabilmente, nel silenzio della notte, una vivida immagine della medesima scena si presenta davanti ai vostri occhi, persistente, a pesare su tutti i vostri sforzi per rimuoverla dal vostro essere più profondo.

Iniziai ad avere visioni di cose che non assomigliavano per nulla alla realtà. Era come se qualcuno mi stesse mostrando delle idee, forse la Mente Cosmica, nella speranza di rendere reali le loro concezioni. Se la mia spiegazione è corretta, dovrebbe essere possibile proiettare su uno schermo l’immagine di qualsiasi oggetto si concepisca e renderlo visibile. Sono convinto che questa meraviglia può, e sarà realizzata nel tempo a venire. Aggiungo che ho dedicato molta attenzione alla soluzione del problema e sono anche riuscito a riflettere un quadro che ho visto nella mia mente, alla mente di un’altra persona che si trovava in un’altra stanza.

Per liberarmi da queste tormentose apparizioni, cercavo di concentrare la mia mente su immagini reali, ed è solo in questo modo che spesso provavo, almeno solo un sollievo temporaneo. Tuttavia per riuscire nell’impresa dovevo evocare continuamente nuove azioni, ovvero i miei occhi dovevano visualizzare sempre immagini diverse, e ahimè questi avevano visto ben pochi oggetti di questo mond, oltre a quelli della mia casa e della zona in cui vivevo.

Nikola Tesla asserisce sostanzialmente, nelle sue memorie (in questa piccola parte), che fin da bambino visualizzava delle immagini nitide nella sua testa, e che tale fenomeno andò avanti fino all’età adulta. Lui stesso sostiene che probabilmente “qualcuno” (la sua coscienza?) gli trasmetteva una sorta di istruzioni, delle idee talmente nitide che lui riusciva poi a rendere reali.

Un genio “visionario”, ma nel vero senso della parola. In pratica, questo grande uomo aveva un dono, nonostante questo gli procurasse diversi “fastidi”. Voglio dire, suppongo che non dev’essere per nulla facile vivere una vita in questo modo, probabilmente altre persone al suo posto avrebbero perso la ragione, magari concludendo la loro vita in qualche clinica psichiatrica. Nikola Tesla invece riuscì a sfruttare queste visioni creando qualcosa che poi, volente o nolente ha donato all’intera umanità, anche se in piccola parte per via dello spionaggio industriale (credo si possa definire così), il quale ha saccheggiato i suoi progetti. Chissà quanti ottimi progetti (anche al giorno d’oggi) vengono rubati o fatti sparire dalla circolazione dalle grandi potenze industriali… ma questa è un’altra storia.

Segnali alieni nella notte

Arthur H. Matthews era un ingegnere elettronico che fin dall’infanzia fu molto vicino a Tesla. Matthews riferì che Tesla gli confidò molte delle sue invenzioni, tra cui un dispositivo per la comunicazione interplanetaria concepito nel 1901, al fine di comunicare con il pianeta Marte.

Tesla asserì che era in grado di trasferire, attraverso la terra e l’aria, grandi quantità di energia su distanze di migliaia di chilometri. “Posso facilmente colmare il divario che ci separa da Marte, e inviare un messaggio quasi facilmente come se si trovasse a Chicago.” Ciononostante, a causa delle pressioni che riceveva per sviluppare altre ricerche a quel tempo, un primo modello funzionante non fu costruito (da Tesla) fino al 1918.

Nel 1899, Nikola Tesla, con l’aiuto del suo sostegno finanziario, J.P. Morgan, installò a Colorado Springs un laboratorio sperimentale contenente apparecchiature di trasmissione radio ad alta tensione. Fu costruita una torre di 200 piedi (circa 60 metri) per la trasmissione e la ricezione di onde radio, inoltre in questo laboratorio erano presenti le migliori attrezzature disponibili all’epoca.

Una sera, mentre si trovava in solitudine nel laboratorio, Tesla osserva quanto cautamente chiamò “azioni elettriche che sembravano decisamente segnali intelligenti”. Le variazioni si verificano periodicamente con una tale chiara suggestione di numero e ordine, che non potevano essere ricondotti ad una qualsiasi causa conosciuta.

Tesla discusse di questo fenomeno, sul settimanale ‘Collier’ nel marzo del 1901:

Quando stavo migliorando le mie macchine per la produzione di azioni elettriche intense, stavo anche perfezionando altri strumenti. Uno dei risultati più interessanti, ed anche di grande importanza pratica, è stato lo sviluppo di talune invenzioni in grado di indicare a grandi distanze (diverse centinaia di miglia) l’arrivo di una tempesta, la sua direzione, velocità e distanza percorsa.

Fu proseguendo su questo lavoro che per la prima volta scoprì questi misteriosi effetti che hanno suscitato tanto interesse. Avevo perfezionato detta apparecchiatura, tanto da essere in grado di riuscire a sentire il battito del polso del pianeta dal mio laboratorio situato nelle montagne del Colorado. Riuscivo a notare ogni cambio elettrico che si verificava in un raggio di 1100 miglia (circa 1.800 km).

Ricordo ancora le mie prime sensazioni vissute quando ho capito di aver osservato qualcosa che probabilmente avrebbe avuto conseguenze incalcolabili per l’umanità. Mi sentivo come se fossi stato presente alla nascita di una nuova conoscenza o alla rivelazione di una grande verità… Le mie prime osservazioni mi terrorizzavano positivamente, perché in queste c’era qualcosa di misterioso, se non soprannaturale. Tuttavia trovandomi da solo nel mio laboratorio di notte, non misi subito a fuoco che quei segnali dovevano essere controllati in modo intelligente.

Venivano trasmessi periodicamente con una certa frequenza, e un certo numero di volte, tale da portarmi a pensare che qualcosa li controllava. Naturalmente ero a conoscenza delle perturbazioni elettriche, come quelle prodotte dal Sole, l’Aurora Boreale e le correnti terrestri. Tuttavia sono sicuro che ciò a cui ho assistito non va attribuito a tali cause naturali, pertanto credo ci sia dietro un qualche controllo intelligente.
image-16232

Paura degli Alieni – Cosa aveva scoperto Nikola Tesla?

Tesla ad un certo punto incominciò ad avere una certa preoccupazione per gli esseri provenienti da altri pianeti che a suo dire sarebbero potuti essere ostili. “Questi segnali sono troppo forti per aver viaggiato per grandi distanze, tra Marte e la Terra,” scrive Tesla. “Per cui sono costretto ad ammettere a me stesso che le fonti devono provenire da un luogo che si trova molto più vicino, probabilmente da una distanza simile a quella tra la Terra e la Luna. Tuttavia sono quasi certo che le creature che comunicano tra di loro tutte le notti, non vengono da Marte, e probabilmente da nessun altro pianeta del nostro sistema solare.”

Diversi anni dopo, Tesla annuncia la ricezione di segnali provenienti dallo spazio. Nello stesso periodo anche Guglielmo Marconi afferma di aver sentito trasmissioni radio “extraterrestri”. Le affermazioni di Marconi furono subito respinte dai suoi contemporanei, i quali affermavano che i suoi segnali extraterrestri, in realtà, provenivano da qualche stazione radio terrestre.

Nikola Tesla, nelle sue memorie afferma di credere nella presenza extraterrestre e dell’importanza di comunicare con loro. Arthur H. Mathews, asserì che Tesla aveva addirittura segretamente sviluppato un telescopio al fine di comunicare con gli alieni. Il Dr. Andrija Puharich intervistò Matthews per “Pyramid Guide”, nel maggio-giugno e luglio-agosto 1978. Fu proprio questa l’intervista che per la prima volta rivelò tale collegamento tra Matthews e Tesla.

Arthur Matthews nacque in Inghilterra: suo padre era assistente del laboratorio del celebre fisico, Lord Kelvin, nel 1890. Tesla andò in Inghilterra per incontrare Kelvin con l’intento di dissuaderlo dal credere che la corrente alternata fosse più efficiente di quella continua. Nel 1902, la famiglia Matthews lasciò l’Inghilterra per immigrare in Canada. E quando Matthews compì 16 anni, suo padre mise una buona parola per farlo diventare apprendista di Tesla. Così, da quel momento rimase con Tesla fino alla sua morte, nel 1943.

“Anche se non è noto, Tesla in realtà aveva due enormi trasmettitori costruiti in Canada”, disse Matthews. “Ho avuto il privilegio di lavorare su uno di questi. La gente sapeva dell’esistenza dei trasmettitori a Colorado Springs, e di quello non terminato a Long Island. Ho visto i due trasmettitori canadesi e ci sono anche le prove.”

Mathews, inoltre, sostenne che il telescopio di Tesla fosse un dispositivo in grado di comunicare con esseri provenienti da altri pianeti. Vi è un diagramma dello strumento nel suo libro, “The Wall of Light: Nikola Tesla & the Venusian Space“, del 1973.
telescopio-tesla
image-16233
“In linea di principio, sfrutta i raggi cosmici,” dichiarò Matthew. Tuttavia nessuno ha mai confermato l’esistenza del dispositivo. Ciononostante Matthews asserì di essere riuscito a costruire un modello del Sistema di Comunicazione Planetario di Telsa, nel 1947, che a suo dire funzionò.

“Tesla mi diceva che esseri provenienti da altri pianeti si trovavano già qui”, affermò Matthews. “Era molto spaventato perché convinto che la nostra specie fosse sotto una costante osservazione da migliaia di anni, e probabilmente soggetti ad esperimenti di durata estremamente lunga, da parte di razze aliene ostili.”

Matthews non condivideva le credenze di Tesla, perché secondo lui esseri in grado di percorrere così lunghe distanze, e di muoversi da un sistema stellare all’altro, non avrebbero potuto che essere socievoli e pacifici. Oggi se Tesla fosse ancora in vita, probabilmente avrebbe condiviso questa idea.

Estratto dal Capito due di “The Lost Journals of Nikola Tesla: Haarp – Chemtrails and Secret of Alternative 4”.

Rivisto da Conoscenzealconfine.it

Fonte http://www.coscienza-universale.com/

loading...
Advertisement
loading...
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ufo e Alieni

Il Pentagono ha studiato “Tecnologia UFO Esotica”. La conferma in una lettera di un senatore e del vice segretario alla Difesa USA

Haran

Published

on

By

loading...

Il programma segreto del Pentagono sugli UFO ha condotto una serie di indagini su “tecnologie futuristiche esotiche”, rivela una lettera di un senatore e il vice segretario alla Difesa degli Stati Uniti.

I documenti relativi alle indagini del Programma di identificazione delle minacce aerospaziali avanzate (AATIP) confermano che gli Stati Uniti hanno studiato segretamente tecnologie che consentiranno loro di esercitare un maggiore controllo militare sulle altre nazioni nei prossimi decenni. Questo programma, dedicato principalmente all’esplorazione di anomalie dei fenomeni aerei, è venuto alla luce alla fine dello scorso anno , quando è stato pubblicato un video sull’incontro ravvicinato tra un caccia FA-18 Super Hornet e un UFO di forma ovale. Stavano viaggiando ad una grande velocità.

Ora, uno scambio di denaro tra il senatore Harry Mason Reid e William Lynn III, sottosegretario alla Difesa, ha rivelato i dettagli succosi sull’interesse che ha il Pentagono nello studio degli oggetti volanti non identificati e dai progressi della tecnologia aerospaziale. E anche se la corrispondenza non menziona specificamente gli UFO, questo sembra confermare che il senatore ha ordinato di valutare il grado di “minacce aliene” provenienti dallo spazio.

Harry Mason Reid, senatore degli Stati Uniti per il Nevada e leader del Partito Democratico al Senato degli Stati Uniti dal 2005 al 2017.

Inoltre, parliamo di concetti estremamente sofisticati come la meccanica quantistica, la scienza nucleare, l’elettromagnetismo, l’antigravità e la termodinamica. “Queste tecnologie hanno il potenziale per essere utilizzate dai nostri avversari con effetti catastrofici”, avverte il senatore Reid nella lettera, che è stata ottenuta dal Las Vegas Now.

In realtà, il progresso grazie alle tecnologie studiate nel programma AATIP sono così “sensibili” che il senatore suggerisce un controllo più rigoroso da parte del Dipartimento della Difesa e stabilire le credenziali “livello di SAP” ( Programmi di accesso speciale ), il che significa che si tratta di informazioni classificate sopra il TOP SECRET (Ultra Top Secret). La lettera dice anche che “ci sono stati grandi progressi nell’identificazione di diversi risultati aerospaziali non convenzionali”. “Infine, i risultati di AATIP non andranno a beneficio solo del governo degli Stati Uniti, ma anche al Dipartimento della Difesa in modi non immaginati “, scrive il senatore. “Le conoscenze e le capacità tecnologiche ottenute forniranno al nostro paese un vantaggio rispetto a qualsiasi minaccia straniera e ci consentiranno di mantenere la nostra supremazia come leader mondiale”.

Naturalmente, le minacce sono probabilmente le armi e gli sviluppi spaziali di altre nazioni, come la Russia e la Cina. Tuttavia, sembra esserci una chiara allusione che lo studio degli UFO da parte dell’AATIP abbia contribuito a migliorare la tecnologia aerospaziale statunitense … forse con il reverse engineering, ovvero la retro-ingegneria? Quest’ultimo può essere dedotto dalle dichiarazioni rese l’anno scorso dall’ex manager dell’AATIP, Luis Elizondo, dopo che il segreto è stato revocato sull’esistenza di questo programma del Pentagono, Elizondo ha detto che “ci sono prove convincenti che non siamo soli” e lasciato intendere che il governo ha avuto accesso a “metamateriali” ottenuti dalle navicelle aliene recuperate e conservate in strutture appositamente modificate situate da qualche parte nel deserto di Las Vegas.

Luis Elizondo

Nick Pope, ex ricercatore UFO per il Ministero della Difesa britannico, ritiene che questa lettera “sia una bomba” e “rivela più di quanto pensassimo di sapere sul programma AATIP”. “Queste scioccanti rivelazioni mostrano quanto sia seria la questione UFO per il governo degli Stati Uniti, al di là di ciò che credono sulla vera natura del fenomeno. La lettera esprime le vere ragioni del Pentagono per studiare l’argomento – la tecnologia degli UFO – e la dicotomia tra considerarla una minaccia e un’opportunità “, conclude con queste parole Nick Pope in una intervista al tabloid britannico The Metro . Il programma AATIP è stato completato nel 2012, anche se i giornalisti del New York Times che lo hanno esposto al pubblico, ritengono che sia ancora operativo a una certa capacità.

Via Segnidalcielo

loading...
Continue Reading

Ufo e Alieni

La tecnologia Annunakiana e la scoperta di una città aliena in Antartide

Haran

Published

on

By

loading...

Quali sono i motivi reali del perchè non si è realizzata la ‘declassificazione’ extraterrestre?
Paul Hellyer, ex Ministro della Difesa Canadese non ha dubbi: “Sono sicuro che si sta avvantaggiando del potere o del privilegio che suppone il mantenere questo piccolo club esclusivo che hanno, in cui conoscono molte cose che noi altri non conosciamo.”
Ci sono veramente le evidenze di una civiltà perduta o di origine extraterrestre nell’Antartide?
Corey Goode: “Fu circa 15 anni fa quando cominciarono sul serio a portare ricercatori di università di tutto il mondo in queste grotte profonde nel ghiaccio.
Cominciarono a dar loro accesso, a poco a poco, a quel mondo sotto il ghiaccio.
Alla fine molti di questi ricercatori universitari hanno potuto accedere ad una civiltà che era stata distrutta ed è sotto il ghiaccio, ma tutto era stato ‘pulito’ per togliere quello che alterava troppo il racconto storico.
La cosa interessante è che il complesso industriale militare vuole che quest’informazione trapeli a poco a poco.
Molto di quello che sta succedendo lì è eccessivamente inquietante e desiderano mantenerlo segreto, ma vogliono che ci concentriamo nelle cose che ci rivelano…piccole ‘declassificazioni’ goccia a goccia!”
Queste sono le parole di John Desouza, ex agente investigatore dell’ FBI:
“La Terra è come il pianeta di mille galassie. Ci sono razze aliene che passano qui costantemente.
Gli Annunakiani sono stati qui e hanno manipolato il nostro DNA.
Hanno creato razze ibride che avevano una parte umana ed un’altra differente.
Parliamo di un periodo anteriore ai registri storici dell’umanità.
Possiamo vederli rappresentati da tutte le parti, in monliti e megaliti in tutta la Terra e perfino in altri pianeti.
La questione è che il fenomeno delle abduzioi e delle visite aliene non diminuisce! Aumenta sempre di più. Qual’è il motivo?
Sono alla ricerca di stabilire una connessione con gli esseri umani. Abbiamo qualcosa che desiderano enormemente.
Con la loro tecnologia, si sarebbero potuti appropiare facilmente di tutto il nostro oro molto tempo fa.
Quello che vogliono è molto più pregiato dell’oro. Vogliono cllegarsi con le anime umane, con lo spirito umano. Questo è quello che vogliono.
Una delle cose che le abduzioni e le mutilazioni di animali hanno in comune è che in realtà non concordano con il nomr che hanno dato loro.
Questo è un inganno dell élite che ha il controllo.
Le abduzioni aliene di esseri umani non sono realmente abduzioni. Sono estrazioni di tessuti umani.
Questo è il vero loro proposito, l’agenda reale di quello che succede con le abduzioni.
Si usano per quello che fecero gli Annunakiani nel passato: creare creature ibride che li aiutino a portare a termine la loro agenda finale.
Da 60 anni, tutte le nazioni hanno ricevuto un ordine permanente che riassunto in modo molto semplice dice: ‘Non rivelate nè permettete che si riveli niente di vero su visitatori, UFO o visite aliene in generale.’
Per questo, non appena succede un fatto reale che corrisponde al paranormale, ad UFO o visitatori alieni, vediamo un movimento senza significato.
Non devono aspettare ordini, l’occultamento è immediato.
Quest’ordine è al di sopra di qualunque presidente o primo ministro ed è sempre in vigore.
La teoria della terra piatta è uscita con grande forza in internet negli ultimi 2 anni e vi posso dire il motivo: è un’operazione di disinformazione che hanno organizzato perchè vogliono screditare la Terra vuota parlando della Terra piatta.
Poichè sapevano che il tem dell’Antartide sarebbe venuto alla luce ed avrebbe condotto direttamente a considerare la Terra cava come una realtà, hanno cercato di mettere quest’idea della Terra piatta nella mente delle persone per dopo respingerla completamente.
Tutto gira intorno al ritrovamento di una civiltà sotto il ghiaccio.
Ma il motivo per il quale in due anni siamo passati da 5 paesi stazionati lì a 32, con personale militare e scientifico, è perchè lì c’è della tecnologia aliena e tutte le nazioni vogliono reclamare la loro parte.
Attualmente tutti cercano di posizionarsi per vedere cosa ognuno riese ad ottenere.
La quantità di materiali e persone che vanno lì è straordinaria, come non si è mai visto!
Stanno costruendo un’enorme infrastruttura. Tutte le grandi compagnie, come Mc Donnel Douglas, sono lì.
Hanno bisogno di una storia come copertura e credo che sarà quella di dire che sotto il gelo hanno trovato una base nazi con tecnologia avanzata.
Se è lì, sarà una millesima parte di ciò che hanno trovato, ma la useranno come copertura generale per evitare che le persone indaghino più a fondo.
L’ordine continua in vigore, ma qualcosa sull’Antartide sarà reso pubblico. Dipenderà in parte da Putin e da Trump e da come decidano di trattare il tema.
Asdesso siamo in una società orwelliana dove il 100% delle notizie corporative sono completamente false.
Tutto è inganno e manipolazione, per questo abbiamo bisogno di una rivoluzione contro l’élite al potere, i loro sistemi e il loro completo dominio.
Le persone devono apprendere a distinguere e investigare da sole per vedere ciò che è reale e ciò che non lo è.”
Per molto sarà difficile da credere che un governo o un’orgaizzazione possano voler mantenere segrete queste impressionanti scoperte e progressi tecnologici che potrebbero cambiare il mondo.
La forza oscura che ci impedisce di accedere a questa tecnologia è l’élite, lo ‘stato profondo’ o ‘Cabalista’,…che è controllato da extraterrestri umanoidi di aspetto rettiliano altamente negatici: i ‘Draco’.
Non sarebbe urgente studiare questi temi in profondità, per smettere di vedere questo campo ufologico come un qualcosa di irrisorio e ridicolo ma piuttosto come un tema che ci è stato nascosto per secoli e renderci conto che è arrivato il momento di liberarci dall’ignoranza totale in cui ci troviamo?

Via Hackthematrix

fonte intervista Youtube ‘Leak Project’, Rex Bear

loading...
Continue Reading

Ufo e Alieni

Dr. Carl Sagan: “Siamo solo una specie tra le migliaia di specie che esistono intorno a noi. Ci siamo isolati.”

Haran

Published

on

By

loading...

Cina: deviano tre aerei con passeggeri per un oggetto brillante non identificato in cielo (fonte RT).
Agli USA preoccupa il possibile contatto della Cina con extraterrestri.
Il Dr. Simon Foster (fisico inglese dell’Università ‘Imperial College’ di Londra) confida che il 2017 sarà l’anno chiave della scoperta di vita extraterrestre.
Sul sito ancient-code.com esce la notizia che in Russia sarebbe stato ritrovato un “Vimana” di 6.000 anni fa. Secondo molte persone, scoperte come queste non potranno mai essere, nè saranno, a disposizione del pubblico.
Qualsiasi evidenza relativa alla scoperta di tecnologia avanzata rimarrà un segreto.
MIGLIAIA DI ANNI FA GLI EXTRATERRESTRI FURONO QUI ne è sicuro Erich Von Daniken (Ricercatore e scrittore svizzero) che ne parla al “The Richie Allen Show”:
“Verso la fine della Bibbia troviamo le descrizioni del profeta Ezechiele, un sommo sacerdote di Gerusalemme.
In quest’epoca la città era stata conquistata dai babilonesi ed Ezechiele era uno degli schiavi che lavoravano per loro nel deserto.
Improvvisamente, i cieli si aprirono e tutti gli schiavi videro un oggetto che scendeva.
All’inizio, Ezechiele pensò che fosse Dio Onnipotente e si inginocchiò.


Poi si rese conto che non era Dio ed iniziò a descrivere ciò che vedeva.
Davanti ai suoi occhi si ergeva un carro gigantesco con una luce brillante, e lo descrive con ruote che si muovevano in tutte le direzioni: in avanti, indietro, a sinistra e destra, senza girare su sè stesso.
La Bibbia cita brevemente un uomo chiamato Enoch. Dice solo che era un profeta del Diluvio Universale e che fu il primo essere umano che scomparve su un carro di fuoco.
Molto tempo dopo, quasi 200 anni fa, in un’antica libreria in Etiopia, un inglese trovò un libro intitolato ‘Il libro di Enoch‘.


Il profeta Enoch dice chiaramente che quando aveva 12 anni qualcosa scese dal cielo con un gran rumore. Tutta la comunità del villaggio si spaventò e fuggì, ma Enoch rimase li.
Allora due persone, o che perlomeno sembravano tali ma con abiti brillanti e caschi, si avvicinarono e gli dissero: ‘Se vuoi ti porteremo in cima, oltre il cielo e la Terra, e ti mostreremo il tuo pianeta dall’alto’. Il ragazzo di 12 anni accettò. I tre fecero alcuni passi e uno degli sconosciuti disse ad Enoch: ‘Umano hai un cattivo odore!’ L’umano dovette entrare in acqua e quando uscì gli diedero una crema da mettere in tutto il corpo. Più tardi gli diedero una specie di abito uguale al loro per cui sembrava che anche Enoch, brillasse come loro, e dopo tutti ascesero.


E’ chiaro che Enoch era carente di termini tecnologici per spiegare l’avvenuto. Non possedeva parole moderne come navetta o nave spaziale e lo spiegava con semplicità: ‘Quando mi trovai in alto, volevo scendere sulla Terra’. Se qualcuno desidera scendere sulla Terra, non può trovarsi sulla Terra’.
Dopo disse : ‘Il luogo elevato in cui stavamo ruotava sempre verso l’alto e verso il basso. Improvvisamente vidi il nostro pianeta in alto e le stelle in basso’. Quando qualcuno sale su una nave madre che orbita intorno alla Terra, questa nave ruota sul proprio asse e la forza centrifuga crea la gravità artificiale. Quindi le navi spaziali devono necessariamente ruotare intorno al proprio asse. Tutto ciò è informazione scientifica, non è solo un desiderio nè un sogno, poichè l’informazione è troppo esatta.
L’Universo è infinito ed ha migliaia di milioni di forme di vita!


Ho avuto l’opportunità di riunirmi con persone straordinarie. Alcune mi dissero di sapere che vi sono extraterrestri, come ad esempio Ed Mitchell, che è sato un astronauta statunitense ed il sesto uomo sulla Luna. Mi disse: ‘Eric mi hanno informato ufficialmente che gli extraterrestri esistono. Prima di partire, noi astronauti abbiamo sempre un incontro informativo.
Si fa così con tutti gli astronauti, russi inclusi. Alcuni scienziati ci dicono: Astronauti, ascoltate! Durante il volo probabilmente vedrete cose di cui prima non credevate l’esistenza. Non vi è permesso di parlare per radio, di parlare con la Terra, dicendo di aver visto ufo o extraterrestri’.
Vi sono altri, come il Dott. Carl Sagan, un professore di Harvard e uomo straordinario, che all’inizio era totalmente contro gli ufo.
Mi disse: ‘Eric, siamo solo una specie tra le migliaia di specie che esistono intorno a noi. Ci siamo isolati. Presto o tardi, entreremo di nuovo in contatto con loro’.Si tratta solo di svilupparci poco a poco, perchè se la nostra comunità scientifica ed i nostri politici apparissero improvvisamente in TV dicendo che siamo in contatto con extraterrestri, che sono qui e ci osservano, l’umanità subirebbe uno shock totale, perchè gli scienziati, che sono persone serie, ci hanno detto che gli extraterrestri non esistono, e che se esitassero, non potremmo mai incontrarli perchè le distanze tra le stelle sono troppo grandi.


Ma solo una piccola parte di ciò che la comunità scientifica ci dice è vero, per la maggior parte non lo è. Quindi rimarremmo scioccati!
Dobbiamo apprendere lentamente, passo dopo passo, che non siamo soli.”
Quale sarà l’obbiettivo di continuare ad occultarci fino ad oggi, l’esistenza di vita extraterrestre nel nostro Universo, inclusa la loro presenza sul nostro pianeta fin dall’antichità (vedi le traduzioni della Bibbia di Mauro Biglino), come si può comprovare in innumerevoli manufatti, antichi documenti, nelle Sacre Scritture, e perfino negli archivi del Vaticano?
Forse bisognerebbe riscrivere la storia della nostra umanità, che è basata su un cumulo di grandi menzogne e imbrogli affinchè non mettiamo in discussione lo ‘status quo’?

Via Hackthematrix

loading...
Continue Reading
loading...

Trending