Connect with us

Ufo e Alieni

James Clay Moltz: La Terza Guerra Mondiale si combatterà nello spazio. Ecco perché

Haran

Published

on

loading...

Nel repertorio metteteci di tutto. Detriti che viaggiano a velocità folli, disintegrando ciò che incontrano sul loro delirante cammino. Se avete visto il film «Gravity», avrete una vaga di idea del potenziale di devastazione di cui stiamo parlando. È ancora niente: aggiungete sabotaggi calibrati al millimetro, tramite laser che partono da qualche punto della terra, intercettano navicelle e satelliti, mettono ko i loro sensori e i sistemi di navigazione o, senza troppi complimenti, fanno esplodere i serbatoi del carburante, senza pietà alcuna per le sorti dell’equipaggio. Nel pacchetto entrano pure i razzi comandati dalla smodata volontà di caos di pericolosi e facoltosissimi terroristi e il quadro può essere considerato abbastanza completo.

James Clay Moltz: La Terza Guerra Mondiale si combatterà nello spazio. Ecco perché

Il punto è che di fantascientifico, a quanto pare, c’è poco o nulla. Sarebbe grosso modo questa la fisionomia di un conflitto a quota altissima, combattuto nello spazio. Anzi, se tutto dovesse andare per il verso sbagliato, se situazioni già in corso dovessero acutizzarsi fino a diventare irrimediabili, quello descritto sarebbe il probabile scenario della Terza Guerra Mondiale. Con Cina, Stati Uniti e Russia come naturali protagonisti visto il loro background stellare, ma altri colossi come l’India, o fuori controllo come l’Iran o la Corea del Nord, pronti a giocare un ruolo da protagonisti. O almeno, sulla carta, capaci di farlo.

A sostenerlo è James Clay Moltz, un esperto di politiche dello spazio e di temi di sicurezza nazionale negli Stati Uniti. Il suo ultimo libro, appena pubblicato dalla Columbia University Press, s’intitola«Crowded Orbits», ovvero orbite affollate. La tesi di Moltz, come il nome del saggio suggerisce, racconta quanto tutta l’area intorno alla Terra si sia fatta più frequentata dai tempi della Guerra Fredda in poi. Tendenza destinata a crescere in modo significativo: a oggi vengono lanciati 100 nuovi satelliti ogni anno, entro il 2020 saranno mille ogni dodici mesi. Il rischio di collisione, statisticamente, si alza sempre più. D’altronde, è già successo: nel 2009 il satellite per le telecomunicazioni Iridium, in quel momento operativo, si è scontrato con una delle tante navicelle russe delle missioni Cosmos, per fortuna inattiva («morta», in gergo), senza nessuno a bordo. Proprio per questa ragione, Mosca non fu incolpata dell’accaduto e non si crearono particolari tensioni.

Con il quadro che si va delineando, però, non è detto che si possa essere altrettanto fortunati. E se non la prima, la seconda o terza collisione con la stessa vittima da una parte e un identico carnefice, consapevole o involontario dall’altra, potrebbe diventare un attentato di Sarajevo spaziale capace di far scoppiare una guerra di portata mondiale.

Vero, così la lettura è forse troppo semplicistica, ma Moltz è netto nell’argomentarla. A cominciare da un’evidenza: «Se si tiene traccia delle tendenze attuali e del crescente tasso di spese militari nello spazio da parte di un’ampia varietà di Stati, c’è da preoccuparsi. Queste potenze sono costrette aimpegnarsi reciprocamente nel rimanere calme per evitare un conflitto» ha spiegato in un’intervista rilasciata a Forbes. Aggiungendo: «In questa decade circa una dozzina di nazioni sono in condizione di testare armi spaziali o di attaccare le navicelle dei nemici».

Insomma, la buona volontà, da sola, potrebbe non essere sufficiente. Soprattutto perché, quando si ragiona di affollamento, non si parla soltanto di semplici satelliti per le telecomunicazioni o altri con scopi pacifici, ma di vere e proprie armi galattiche. Quasi che la frontiera sia segnata: dopo i droni, capaci di pilotarsi e farsi male da soli, il braccio di ferro si potrebbe dunque spostare ancora più in alto, ben oltre le nuvole. Con conseguenze serissime, potenzialmente irreparabili se qualcuno decidesse di premere il grilletto o suo analogo spaziale.

Nel 2007, per esempio, il satellite cinese Asat usato per un test anti-missile si sbriciolò in tremila pezzi dal diametro di dieci centimetri l’uno. Innocui? Tutt’altro. Per i prossimi quarant’anni viaggeranno alla velocità da capogiro di 27 mila chilometri orari, prima di rientrare nell’atmosfera terrestre e distruggersi. Nel frattempo, se sulla loro rotta dovessero incontrare altri abitanti metallici dello spazio, potrebbero causare danni seri, depressurizzazione e la morte di eventuali astronauti. Oltre a creare altri detriti potenzialmente killer.

Se tutto ciò, da una casualità estrema e inopinabile, si trasformasse in una deliberata volontà di colpire un bersaglio per danneggiare una potenza rivale, le conseguenze sarebbero pesantissime. Non è improbabile. Già ai tempi della Seconda Guerra Mondiale i nazisti stavano pianificando il lancio di un razzo che avrebbe fatto rotta verso lo spazio prima di ridiscendere per colpire il suo obiettivo, gli Stati Uniti. E parliamo di tecnologie di settant’anni fa.

via Universo7p

loading...
Advertisement
loading...
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ufo e Alieni

Il Pentagono ha studiato “Tecnologia UFO Esotica”. La conferma in una lettera di un senatore e del vice segretario alla Difesa USA

Haran

Published

on

By

loading...

Il programma segreto del Pentagono sugli UFO ha condotto una serie di indagini su “tecnologie futuristiche esotiche”, rivela una lettera di un senatore e il vice segretario alla Difesa degli Stati Uniti.

I documenti relativi alle indagini del Programma di identificazione delle minacce aerospaziali avanzate (AATIP) confermano che gli Stati Uniti hanno studiato segretamente tecnologie che consentiranno loro di esercitare un maggiore controllo militare sulle altre nazioni nei prossimi decenni. Questo programma, dedicato principalmente all’esplorazione di anomalie dei fenomeni aerei, è venuto alla luce alla fine dello scorso anno , quando è stato pubblicato un video sull’incontro ravvicinato tra un caccia FA-18 Super Hornet e un UFO di forma ovale. Stavano viaggiando ad una grande velocità.

Ora, uno scambio di denaro tra il senatore Harry Mason Reid e William Lynn III, sottosegretario alla Difesa, ha rivelato i dettagli succosi sull’interesse che ha il Pentagono nello studio degli oggetti volanti non identificati e dai progressi della tecnologia aerospaziale. E anche se la corrispondenza non menziona specificamente gli UFO, questo sembra confermare che il senatore ha ordinato di valutare il grado di “minacce aliene” provenienti dallo spazio.

Harry Mason Reid, senatore degli Stati Uniti per il Nevada e leader del Partito Democratico al Senato degli Stati Uniti dal 2005 al 2017.

Inoltre, parliamo di concetti estremamente sofisticati come la meccanica quantistica, la scienza nucleare, l’elettromagnetismo, l’antigravità e la termodinamica. “Queste tecnologie hanno il potenziale per essere utilizzate dai nostri avversari con effetti catastrofici”, avverte il senatore Reid nella lettera, che è stata ottenuta dal Las Vegas Now.

In realtà, il progresso grazie alle tecnologie studiate nel programma AATIP sono così “sensibili” che il senatore suggerisce un controllo più rigoroso da parte del Dipartimento della Difesa e stabilire le credenziali “livello di SAP” ( Programmi di accesso speciale ), il che significa che si tratta di informazioni classificate sopra il TOP SECRET (Ultra Top Secret). La lettera dice anche che “ci sono stati grandi progressi nell’identificazione di diversi risultati aerospaziali non convenzionali”. “Infine, i risultati di AATIP non andranno a beneficio solo del governo degli Stati Uniti, ma anche al Dipartimento della Difesa in modi non immaginati “, scrive il senatore. “Le conoscenze e le capacità tecnologiche ottenute forniranno al nostro paese un vantaggio rispetto a qualsiasi minaccia straniera e ci consentiranno di mantenere la nostra supremazia come leader mondiale”.

Naturalmente, le minacce sono probabilmente le armi e gli sviluppi spaziali di altre nazioni, come la Russia e la Cina. Tuttavia, sembra esserci una chiara allusione che lo studio degli UFO da parte dell’AATIP abbia contribuito a migliorare la tecnologia aerospaziale statunitense … forse con il reverse engineering, ovvero la retro-ingegneria? Quest’ultimo può essere dedotto dalle dichiarazioni rese l’anno scorso dall’ex manager dell’AATIP, Luis Elizondo, dopo che il segreto è stato revocato sull’esistenza di questo programma del Pentagono, Elizondo ha detto che “ci sono prove convincenti che non siamo soli” e lasciato intendere che il governo ha avuto accesso a “metamateriali” ottenuti dalle navicelle aliene recuperate e conservate in strutture appositamente modificate situate da qualche parte nel deserto di Las Vegas.

Luis Elizondo

Nick Pope, ex ricercatore UFO per il Ministero della Difesa britannico, ritiene che questa lettera “sia una bomba” e “rivela più di quanto pensassimo di sapere sul programma AATIP”. “Queste scioccanti rivelazioni mostrano quanto sia seria la questione UFO per il governo degli Stati Uniti, al di là di ciò che credono sulla vera natura del fenomeno. La lettera esprime le vere ragioni del Pentagono per studiare l’argomento – la tecnologia degli UFO – e la dicotomia tra considerarla una minaccia e un’opportunità “, conclude con queste parole Nick Pope in una intervista al tabloid britannico The Metro . Il programma AATIP è stato completato nel 2012, anche se i giornalisti del New York Times che lo hanno esposto al pubblico, ritengono che sia ancora operativo a una certa capacità.

Via Segnidalcielo

loading...
Continue Reading

Ufo e Alieni

La tecnologia Annunakiana e la scoperta di una città aliena in Antartide

Haran

Published

on

By

loading...

Quali sono i motivi reali del perchè non si è realizzata la ‘declassificazione’ extraterrestre?
Paul Hellyer, ex Ministro della Difesa Canadese non ha dubbi: “Sono sicuro che si sta avvantaggiando del potere o del privilegio che suppone il mantenere questo piccolo club esclusivo che hanno, in cui conoscono molte cose che noi altri non conosciamo.”
Ci sono veramente le evidenze di una civiltà perduta o di origine extraterrestre nell’Antartide?
Corey Goode: “Fu circa 15 anni fa quando cominciarono sul serio a portare ricercatori di università di tutto il mondo in queste grotte profonde nel ghiaccio.
Cominciarono a dar loro accesso, a poco a poco, a quel mondo sotto il ghiaccio.
Alla fine molti di questi ricercatori universitari hanno potuto accedere ad una civiltà che era stata distrutta ed è sotto il ghiaccio, ma tutto era stato ‘pulito’ per togliere quello che alterava troppo il racconto storico.
La cosa interessante è che il complesso industriale militare vuole che quest’informazione trapeli a poco a poco.
Molto di quello che sta succedendo lì è eccessivamente inquietante e desiderano mantenerlo segreto, ma vogliono che ci concentriamo nelle cose che ci rivelano…piccole ‘declassificazioni’ goccia a goccia!”
Queste sono le parole di John Desouza, ex agente investigatore dell’ FBI:
“La Terra è come il pianeta di mille galassie. Ci sono razze aliene che passano qui costantemente.
Gli Annunakiani sono stati qui e hanno manipolato il nostro DNA.
Hanno creato razze ibride che avevano una parte umana ed un’altra differente.
Parliamo di un periodo anteriore ai registri storici dell’umanità.
Possiamo vederli rappresentati da tutte le parti, in monliti e megaliti in tutta la Terra e perfino in altri pianeti.
La questione è che il fenomeno delle abduzioi e delle visite aliene non diminuisce! Aumenta sempre di più. Qual’è il motivo?
Sono alla ricerca di stabilire una connessione con gli esseri umani. Abbiamo qualcosa che desiderano enormemente.
Con la loro tecnologia, si sarebbero potuti appropiare facilmente di tutto il nostro oro molto tempo fa.
Quello che vogliono è molto più pregiato dell’oro. Vogliono cllegarsi con le anime umane, con lo spirito umano. Questo è quello che vogliono.
Una delle cose che le abduzioni e le mutilazioni di animali hanno in comune è che in realtà non concordano con il nomr che hanno dato loro.
Questo è un inganno dell élite che ha il controllo.
Le abduzioni aliene di esseri umani non sono realmente abduzioni. Sono estrazioni di tessuti umani.
Questo è il vero loro proposito, l’agenda reale di quello che succede con le abduzioni.
Si usano per quello che fecero gli Annunakiani nel passato: creare creature ibride che li aiutino a portare a termine la loro agenda finale.
Da 60 anni, tutte le nazioni hanno ricevuto un ordine permanente che riassunto in modo molto semplice dice: ‘Non rivelate nè permettete che si riveli niente di vero su visitatori, UFO o visite aliene in generale.’
Per questo, non appena succede un fatto reale che corrisponde al paranormale, ad UFO o visitatori alieni, vediamo un movimento senza significato.
Non devono aspettare ordini, l’occultamento è immediato.
Quest’ordine è al di sopra di qualunque presidente o primo ministro ed è sempre in vigore.
La teoria della terra piatta è uscita con grande forza in internet negli ultimi 2 anni e vi posso dire il motivo: è un’operazione di disinformazione che hanno organizzato perchè vogliono screditare la Terra vuota parlando della Terra piatta.
Poichè sapevano che il tem dell’Antartide sarebbe venuto alla luce ed avrebbe condotto direttamente a considerare la Terra cava come una realtà, hanno cercato di mettere quest’idea della Terra piatta nella mente delle persone per dopo respingerla completamente.
Tutto gira intorno al ritrovamento di una civiltà sotto il ghiaccio.
Ma il motivo per il quale in due anni siamo passati da 5 paesi stazionati lì a 32, con personale militare e scientifico, è perchè lì c’è della tecnologia aliena e tutte le nazioni vogliono reclamare la loro parte.
Attualmente tutti cercano di posizionarsi per vedere cosa ognuno riese ad ottenere.
La quantità di materiali e persone che vanno lì è straordinaria, come non si è mai visto!
Stanno costruendo un’enorme infrastruttura. Tutte le grandi compagnie, come Mc Donnel Douglas, sono lì.
Hanno bisogno di una storia come copertura e credo che sarà quella di dire che sotto il gelo hanno trovato una base nazi con tecnologia avanzata.
Se è lì, sarà una millesima parte di ciò che hanno trovato, ma la useranno come copertura generale per evitare che le persone indaghino più a fondo.
L’ordine continua in vigore, ma qualcosa sull’Antartide sarà reso pubblico. Dipenderà in parte da Putin e da Trump e da come decidano di trattare il tema.
Asdesso siamo in una società orwelliana dove il 100% delle notizie corporative sono completamente false.
Tutto è inganno e manipolazione, per questo abbiamo bisogno di una rivoluzione contro l’élite al potere, i loro sistemi e il loro completo dominio.
Le persone devono apprendere a distinguere e investigare da sole per vedere ciò che è reale e ciò che non lo è.”
Per molto sarà difficile da credere che un governo o un’orgaizzazione possano voler mantenere segrete queste impressionanti scoperte e progressi tecnologici che potrebbero cambiare il mondo.
La forza oscura che ci impedisce di accedere a questa tecnologia è l’élite, lo ‘stato profondo’ o ‘Cabalista’,…che è controllato da extraterrestri umanoidi di aspetto rettiliano altamente negatici: i ‘Draco’.
Non sarebbe urgente studiare questi temi in profondità, per smettere di vedere questo campo ufologico come un qualcosa di irrisorio e ridicolo ma piuttosto come un tema che ci è stato nascosto per secoli e renderci conto che è arrivato il momento di liberarci dall’ignoranza totale in cui ci troviamo?

Via Hackthematrix

fonte intervista Youtube ‘Leak Project’, Rex Bear

loading...
Continue Reading

Ufo e Alieni

Dr. Carl Sagan: “Siamo solo una specie tra le migliaia di specie che esistono intorno a noi. Ci siamo isolati.”

Haran

Published

on

By

loading...

Cina: deviano tre aerei con passeggeri per un oggetto brillante non identificato in cielo (fonte RT).
Agli USA preoccupa il possibile contatto della Cina con extraterrestri.
Il Dr. Simon Foster (fisico inglese dell’Università ‘Imperial College’ di Londra) confida che il 2017 sarà l’anno chiave della scoperta di vita extraterrestre.
Sul sito ancient-code.com esce la notizia che in Russia sarebbe stato ritrovato un “Vimana” di 6.000 anni fa. Secondo molte persone, scoperte come queste non potranno mai essere, nè saranno, a disposizione del pubblico.
Qualsiasi evidenza relativa alla scoperta di tecnologia avanzata rimarrà un segreto.
MIGLIAIA DI ANNI FA GLI EXTRATERRESTRI FURONO QUI ne è sicuro Erich Von Daniken (Ricercatore e scrittore svizzero) che ne parla al “The Richie Allen Show”:
“Verso la fine della Bibbia troviamo le descrizioni del profeta Ezechiele, un sommo sacerdote di Gerusalemme.
In quest’epoca la città era stata conquistata dai babilonesi ed Ezechiele era uno degli schiavi che lavoravano per loro nel deserto.
Improvvisamente, i cieli si aprirono e tutti gli schiavi videro un oggetto che scendeva.
All’inizio, Ezechiele pensò che fosse Dio Onnipotente e si inginocchiò.


Poi si rese conto che non era Dio ed iniziò a descrivere ciò che vedeva.
Davanti ai suoi occhi si ergeva un carro gigantesco con una luce brillante, e lo descrive con ruote che si muovevano in tutte le direzioni: in avanti, indietro, a sinistra e destra, senza girare su sè stesso.
La Bibbia cita brevemente un uomo chiamato Enoch. Dice solo che era un profeta del Diluvio Universale e che fu il primo essere umano che scomparve su un carro di fuoco.
Molto tempo dopo, quasi 200 anni fa, in un’antica libreria in Etiopia, un inglese trovò un libro intitolato ‘Il libro di Enoch‘.


Il profeta Enoch dice chiaramente che quando aveva 12 anni qualcosa scese dal cielo con un gran rumore. Tutta la comunità del villaggio si spaventò e fuggì, ma Enoch rimase li.
Allora due persone, o che perlomeno sembravano tali ma con abiti brillanti e caschi, si avvicinarono e gli dissero: ‘Se vuoi ti porteremo in cima, oltre il cielo e la Terra, e ti mostreremo il tuo pianeta dall’alto’. Il ragazzo di 12 anni accettò. I tre fecero alcuni passi e uno degli sconosciuti disse ad Enoch: ‘Umano hai un cattivo odore!’ L’umano dovette entrare in acqua e quando uscì gli diedero una crema da mettere in tutto il corpo. Più tardi gli diedero una specie di abito uguale al loro per cui sembrava che anche Enoch, brillasse come loro, e dopo tutti ascesero.


E’ chiaro che Enoch era carente di termini tecnologici per spiegare l’avvenuto. Non possedeva parole moderne come navetta o nave spaziale e lo spiegava con semplicità: ‘Quando mi trovai in alto, volevo scendere sulla Terra’. Se qualcuno desidera scendere sulla Terra, non può trovarsi sulla Terra’.
Dopo disse : ‘Il luogo elevato in cui stavamo ruotava sempre verso l’alto e verso il basso. Improvvisamente vidi il nostro pianeta in alto e le stelle in basso’. Quando qualcuno sale su una nave madre che orbita intorno alla Terra, questa nave ruota sul proprio asse e la forza centrifuga crea la gravità artificiale. Quindi le navi spaziali devono necessariamente ruotare intorno al proprio asse. Tutto ciò è informazione scientifica, non è solo un desiderio nè un sogno, poichè l’informazione è troppo esatta.
L’Universo è infinito ed ha migliaia di milioni di forme di vita!


Ho avuto l’opportunità di riunirmi con persone straordinarie. Alcune mi dissero di sapere che vi sono extraterrestri, come ad esempio Ed Mitchell, che è sato un astronauta statunitense ed il sesto uomo sulla Luna. Mi disse: ‘Eric mi hanno informato ufficialmente che gli extraterrestri esistono. Prima di partire, noi astronauti abbiamo sempre un incontro informativo.
Si fa così con tutti gli astronauti, russi inclusi. Alcuni scienziati ci dicono: Astronauti, ascoltate! Durante il volo probabilmente vedrete cose di cui prima non credevate l’esistenza. Non vi è permesso di parlare per radio, di parlare con la Terra, dicendo di aver visto ufo o extraterrestri’.
Vi sono altri, come il Dott. Carl Sagan, un professore di Harvard e uomo straordinario, che all’inizio era totalmente contro gli ufo.
Mi disse: ‘Eric, siamo solo una specie tra le migliaia di specie che esistono intorno a noi. Ci siamo isolati. Presto o tardi, entreremo di nuovo in contatto con loro’.Si tratta solo di svilupparci poco a poco, perchè se la nostra comunità scientifica ed i nostri politici apparissero improvvisamente in TV dicendo che siamo in contatto con extraterrestri, che sono qui e ci osservano, l’umanità subirebbe uno shock totale, perchè gli scienziati, che sono persone serie, ci hanno detto che gli extraterrestri non esistono, e che se esitassero, non potremmo mai incontrarli perchè le distanze tra le stelle sono troppo grandi.


Ma solo una piccola parte di ciò che la comunità scientifica ci dice è vero, per la maggior parte non lo è. Quindi rimarremmo scioccati!
Dobbiamo apprendere lentamente, passo dopo passo, che non siamo soli.”
Quale sarà l’obbiettivo di continuare ad occultarci fino ad oggi, l’esistenza di vita extraterrestre nel nostro Universo, inclusa la loro presenza sul nostro pianeta fin dall’antichità (vedi le traduzioni della Bibbia di Mauro Biglino), come si può comprovare in innumerevoli manufatti, antichi documenti, nelle Sacre Scritture, e perfino negli archivi del Vaticano?
Forse bisognerebbe riscrivere la storia della nostra umanità, che è basata su un cumulo di grandi menzogne e imbrogli affinchè non mettiamo in discussione lo ‘status quo’?

Via Hackthematrix

loading...
Continue Reading
loading...

Trending