Connect with us

Ufo e Alieni

IN ARRIVO UN DIO ALIENO: svelato il piano segreto del vaticano: svelato il piano segreto del vaticano

Haran

Published

on

loading...
loading…



Il Vaticano avrebbe un piano segreto per rivelare la presenza di un dio extraterrestre, ovvero, preparare le masse all’arrivo di civiltà aliene.

 Quale sarebbe il successivo comportamento dei fedeli cristiani, della chiesa cattolica al riguardo? “I cristiani non hanno bisogno di rinunciare alla loro fede in Dio, semplicemente sulla base della ricezione di [queste] nuove, informazioni inattese di carattere religioso ma che riguardano civiltà extraterrestri.

Tuttavia, una volta che il” religioso verifica che queste civiltà aliene “provengono al di fuori della Terra”, dovranno condurre “una rilettura [del Vangelo] comprensivo dei nuovi dati …”.

A dire tutto ciò è l’Astronomo del Vaticano, eminente teologo e Professore Ordinario di Teologia Fondamentale presso la Pontificia Università della Santa Croce di Roma [connesso con l’Opus Dei], don Giuseppe Tanzella-Nitti. Guardate questo video è importante, mi rincresce molto dirvi che è in inglese, spero di cuore che possiate tradurlo in italiano per informare sempre al meglio le notizie che vogliono sempre nascondere.

Aprite i vostri occhi e la vostra mente. Questa settimana su di Sid Roth E Supernatural, Tom Horn e Cris Putnam svelare una profezia 900 anni fa sepolto nella biblioteca del Vaticano. Esso descrive una serie di 112 Papi. Ora il 112 ° Papa è stato eletto. Sarà la profezia che lo riguarda diventare realtà? È Papa Francesco I al Papa che introduce il giudizio finale?

SVELATO IL PROGETTO LUCIFER 1 e la ricerca di “Dark Star”.

Monte Graham, Arizona, Stati Uniti. Da pochi anni sulla sommità della montagna, con l’autorizzazione del governo federale, sono terminati i lavori per la costruzione di un centro internazionale di astrofisica che comprende tre telescopi.

Uno fra questi, il Large Binocular Telescope, terminato e inaugurato da poco tempo quindi ed è il più grande mai costruito. Ma a fare notizia è un altro telescopio, il LUCIFER 1 che come dichiarano i due autori di EXO VATICANA Thomas Horn e Cris Putnam , è già operativo dal 21 Aprile 2010 è di proprietà della organizzazione religiosa più grande del mondo, il Vaticano.

Si tratta del Vatican Advanced Technology Telescope (VATT) realizzato in collaborazione con l’Università dall’Arizona e finanziato dalla Vatican Observatory Foundation grazie alle donazioni dei fedeli statunitensi.

TELESCOPIO LUCIFIRO

Dopo oltre un decennio di progettazione, produzione e collaudo, LUCIFER 1 è andato online, come già detto, il 21 Aprile 2010, sarà seguito da un gemello che consegnato da poco e già operativo dal 2011. Ogni strumento è raffreddato a -213 gradi Celsius per osservare nella gamma di lunghezze d’onda del vicino infrarosso, motivo questo, per osservare meglio le stelle Nane Brune.

Negli ultimi anni moltissimi strumenti a infrarossi sono stati messi online. il NASA’s Wide-field Infrared Survey Explorer (WISE) è uno di essi. Questi strumenti ad infrarossi possono essere usati non solo per osservare le galassie lontane ma anche per controllare oggetti in avvicinamento alla terra.

Guardate questo video è importante, mi rincresce molto dirvi che è in inglese, spero di cuore che possiate tradurlo in italiano per informare sempre al meglio le notizie che vogliono sempre nascondere. Aprite i vostri occhi e la vostra mente.

Dopo l’uscita del loro 2012 best-seller Petrus Romanus: The Final Papa è qui, Tom Horn e Cris Putnam sono stati inondati con inviti da tutto il mondo per essere intervistato su radio, televisione e nella stampa.

Questi segmenti inclusi in The History Channel “Conto alla rovescia per Apocalypse”, una caratteristica speciale del Canada più grande canale cristiano Vision TV dal titolo “Io Indovina: The Series Apocalisse,” inviti a Roma per discutere con i media italiani le loro conclusioni su René Thibaut (un gesuita belga la cui meticolosa analisi della Profezia dei Papi ha predetto l’arrivo di Petrus Romanus in questa epoca), e decine di altri.

Ma questo era solo la prima parte della storia. In Exo-Vaticana, l’indagine va in marcia alta con i risultati molto più inquietante di quanto gli autori si aspettavano di trovare.

ORA, PER LA PRIMA VOLTA, “EXO-VATICANA” RIVELA …

• Inaugurato! Piano di stupefacente del Vaticano per l’arrivo di un dio alieno

• divulgato! File segreti nella Biblioteca Vaticana sulla realtà della presenza aliena

• Trovato! Il documento privato in dettaglio la posizione del Vaticano sui extraterrestri

• Revealed! LUCIFERO progetto e la ricerca nascosta per “Fallen Star”

• 2013! I anno migliori astronomi dicono che il mondo alieno ed i suoi abitanti saranno divulgati

• Scoperto! La Collins Elite, Occultismo, e un programma di allevamento e di ibridazione segreta

• Il segreto di famiglia incredibile Tom Horn ha tenuto nascosto per tutta la vita adulta!

• Quali Governo e Vaticano Funzionari ha detto gli autori sulla realtà degli UFO, ETI

• Il Vaticano Top Astronomo finalmente intervistato da Horn & Putnam

• Nick Pope, Bruce Maccabeo, Stanton Friedman, Jesse Marcel Jr. e altri pesano

• Torna a Cydonia! La verità dietro la faccia su Marte e strutture artificiali su altri mondi

In Exo-Vaticana: Petrus Romanus, PROGETTO Lucifero, e il piano di eso-teologica stupefacente del Vaticano per l’arrivo di un salvatore straniero, di fama internazionale autori investigative Thomas Horn e Cris Putnam rompono la più grande storia del nostro tempo e espongono gli elitisti e intellettuali che stanno progettando assimilazione del genere umano sotto un venire ‘salvatore,’ colui che il profeta Daniele prevedeva come “un dio alieno.”

San Malachia, profezia dei papi, il cardinale Bertone, il Papa Benedetto XVI, il Cardinale Arinze, Peter Turkson, Conclave, lotta per il potere in Vaticano, Petrus Romanus, falso profeta, anticristo, Malachi Martin, Hogue, papa, roma, papato,

Dalle dichiarazioni pervenute ad alcuni ricercatori, il Vatican Observatory Foundation avrebbe costruito questo telescopio per lo stesso motivo per cui fu progettato lo Sky Hole e i telescopi Spaziali IRAS e SILOE, ovvero per dare la caccia ad un pianeta chiamato Nibiru che orbiterebbe intorno ad una piccola stella nana Bruna che orbiterebbe vicino al nostro sistema solare e forse compagna del nostro Sole. Questa stella viene denominata Dark Star o Stella oscura. Questa una delle tante dichiarazioni descritte nel libro EXO VATICANA.

Il telescopio è stato costruito nel 1990 con lo scopo di studiare i corpi celesti rinominati ‘anomali’ in avvicinamento alla terra, analogamente a quanto fatto per esempio dalla CIA, che tra i tanti suoi ‘occhi segreti’ annovera il telescopio gemello di Hubble, SkyHole 12.

Inoltre il SIV fu avvisato durante gli incontri con Pio XII dell’avvicinamento di un corpo celeste al sistema solare ospitante una razza aliena evoluta e molto bellicosa.

Il progetto di Lucifer 1 quindi è gestito dal Vaticano, dall’Università di Arizona e da un gruppo misto di europei. Il design innovativo di Lucifer permetterebbe agli astronomi di esaminare in dettaglio e senza precedenti, regioni stellari che sono comunemente nascoste da nubi di polvere.

Ma il più grande telescopio ottico del mondo, il Large Binocular Telescope sul Monte Graham, permette agli astronomi di osservare qualunque oggetto di luminosità molto debole, guarda caso, come le nane brune e gli Esopianeti.

FOTO SCATTATE PROBABILMENTE DALLA SONDA PIONEER 10, DURANTE UNA MISSIONE SEGRETACome descritto anche in passato dalle dichiarazioni fatte dal ricercatore e giornalista Cristoforo Barbato, il materiale che ricevette da un Gesuita era molto interessante e segretissimo.

Si trattava di dati sensibili e Top Secret, informazioni provenienti dai radiotelescopi VATT e Lucifer 1 trasmessi a loro volta da una sonda inviata nello spazio remoto, inserita all’interno di un programma di esplorazione spaziale denominato SILOE, che aveva fotografato un pianeta di dimensioni enormi in avvicinamento al sistema solare.

Questo avvicinamento avrebbe portato serie conseguenze per la Terra e la sua civiltà, (sciami di meteoriti e comete) nonché un impatto socio-culturale traumatico per tutte le religioni del pianeta.

Questi 2 video sono italiano

loading...
Advertisement
loading...
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ufo e Alieni

Scienziati scoprono che Oumuamua non è né cometa né asteroide. Si tratta di una sonda Extraterrestre?

Haran

Published

on

By

loading...

La presunta roccia interstellare ‘Oumuamua’ che molti definiscono una sonda extraterrestre, è sfuggito dal sistema solare, lasciando molta confusione tra gli scienziati. Le prime misurazioni sembravano indicare che si trattava di un asteroide, una roccia secca molto simile a quelle che si trovano in orbita tra Marte e Giove.

Poi, la scorsa estate, gli astronomi giunsero alla conclusione che si trattava di una cometa, un corpo ghiacciato espulso dalle lontane distanze di un lontano sistema planetario. Ma tuttavia, sembra che non si tratti di questo. Se non è un asteroide o una cometa, di cosa si tratta?

Ora, una nuova analisi ha trovato incongruenze in questa conclusione, suggerendo che “Oumuamua” potrebbe non essere una cometa dopo tutto. Una cosa è chiara: ‘Oumuamua non assomiglia a nulla che tu abbia mai visto prima. L’oggetto extraterrestre è stato scoperto per la prima volta un anno fa da scienziati con il telescopio Pan-STARRS alle Hawaii. ‘Oumuamua (una parola hawaiana che significa’ esploratore ‘) sembrava essere un asteroide roccioso e allungato all’inizio della sua scoperta, un sigaro o un sigaro cosmico.

Altri astronomi si unirono rapidamente alla caccia, misurando tutto ciò che potevano. Una squadra anche orientato i  radiotelescopi su di esso per verificare se potesse trasmettere trasmissioni extraterrestri. Ma dopo i rilievi sulle trasmissioni, non è stato rilevato nulla. Lo scorso dicembre, un gruppo di astronomi ha pubblicato lo spettro elettromagnetico di Oumuamua, spettro che può essere usato per dimostrare ciò che un oggetto è fatto, da cosa è composto.

Alcuni ricercatori credono che l’oggetto spaziale alieno Oumuamua, provenga dall’ammasso stellare delle Pleiadi

I ricercatori hanno scoperto che alcuni frammenti di ghiaccio simili a quelle di materiale organico visto nelle comete di passaggio nel nostro sistema solare,  si nascondeva appena sotto la superficie di ‘Oumuamua’. Quel ghiaccio avrebbe potuto sopravvivere a un lungo viaggio interstellare.

Hanno anche assistito alla rotazione di ‘Oumuamua. Molti asteroidi tendono a ruotare attorno al loro asse. ‘Oumuamua, d’altra parte, era in caduta libera. Pochi mesi dopo, un’altra analisi sul misterioso oggetto alieno,  trovò che “Oumuamua non era attratta dalla potente gravità del Sole. Invece, veniva leggermente accelerato da una forza invimisteriosa. Ma gli scienziati non sapendo come giustificare questa forza invisibile, argomentavano che poteva essere attribuita solo al “degassamento” della cometa che agisce da propellente. Con queste informazioni aggiuntive, il caso sembrava essere chiuso. “L’asteroide interstellare è in realtà una cometa”, ha detto il capo di un comunicato stampa pubblicato dall’Agenzia spaziale europea ESA.

La spiegazione sembrava adattarsi a ciò che sappiamo del nostro sistema solare. Nelle lontane contrade oltre Nettuno, innumerevoli comete orbitano attorno al nostro sole. Ogni volta che una di queste comete si avvicina troppo a un pianeta, potrebbe essere espulsa nella galassia. Tuttavia, le comete hanno la coda. E ‘Oumuamua, se in realtà era fatto di roccia ghiacciata e spinto da getti di gas mentre attraversava il Sole, avrebbe dovuto esibire una coda che avrebbe risolto la questione della sua origine. Tuttavia, nessuna coda è mai stata trovata.

Se Oumuamua non è un asteroide e nè un na cometa, allora di cosa si tratta? Ricercatori sono convinti che si tratti di una sonda extraterrestre che ha anche accelerato dirigendosi fuori dal sistema solare

I ricercatori hanno cercato di identificare il sistema stellare in cui ‘Oumuamua ha avuto origine analizzando i nuovi dati di lancio del Gaia Space Telescope. Forse proviene da un sistema stellare binario o da un sistema con un pianeta gigante, ognuno dei quali potrebbe aver gettato l’oggetto nello spazio interstellare.

E anche se ‘Oumuamua fu il primo visitatore al di fuori del sistema solare, gli astronomi avranno presto molto da risolvere. Stime indicano che il Large Synoptic Survey Telescope , programmato per vedere la sua “prima luce” nel 2021 in Cile, potrebbe trovare molti di questi oggetti all’anno per un decennio.

Fonte: Segnidalcielo

loading...
Continue Reading

Ufo e Alieni

Astronomo dilettante britannico registra un UFO che sorvola la Luna. Il Video!

Haran

Published

on

By

loading...

Uno skywatcher britannico, o meglio, un astronomo dilettante, pensa di aver individuato un UFO che sorvola la luna, e ora i teorici della cospirazione affermano che potrebbe essere un velivolo segreto nascosto dalla NASA.

Il video mostra il momento in cui Jason Callum puntava il telescopio sulla superficie lunare per vedere meglio i crateri.  Ma quello che ha scoperto mentre osservava la Luna, lo ha lasciato di stucco.

La clip, catturata da Jason che vive nella città  di Bracknell, Berkshire, mostra un piccolo oggetto nero che si fa strada attraverso lo schermo, che vola da desgtra verso sinistra.  Jason ha tentato di seguire il suo viaggio ma, una volta che la luce della luna era sparita, era impossibile rintracciare, appunto perchè l’UFO era di colore nero.

Gli ufologia da parte loro hanno detto che si tratta di un velivolo alieno di tipo discoidale che stava sorvolando lo spazio tra la Terra e la Luna. Molto spesso gli astronomi e gli Skywatcher osservano e registrano molti oggetti sconosciuti che sorvolano la Luna. Rammentiamo che nel mese di Settembre l’astrofilo Bill Bryson ha registrato una flotta UFO che attraversava la Luna. Bill Bryson afferma che non è insolito per lui vedere oggetti simili a quelli avvistati,  almeno 14 oggetti che volano chiaramente in formazione, è molto insolito.

Via Segnidalcielo

loading...
Continue Reading

Ufo e Alieni

Esiste una città sotterranea sotto la Luna

Haran

Published

on

By

loading...

La Luna è da sempre oggetto di interesse da parte di ufologi e agenzie spaziali di tutto il mondo, Nasa in testa. Sappiamo ancora relativamente poco di cosa si nasconda sotto la sua superficie.

Che non sia mai corso buon sangue tra la Nasa e la maggior parte degli ufologi di tutto il mondo è noto. Secondo coloro che credono che Ufo e alieni vadano e vengano dal nostro sistema solare (e dal nostro pianeta) abitualmente da decenni se non da secoli l’ente spaziale americano ha ripetutamente occultato prove e importanti scoperte.

LUNA: LA NASA NASCONDE ESISTENZA CITTÀ SOTTERRANEA?

Negli ultimi anni molti ufologi hanno sostenuto che la Nasa non solo sia a conoscenza dell’esistenza del cosiddetto “Pianeta X” (per alcuni Nibiru), ma che abbia nascosto da anni un enorme sistema di tunnel sotterranei che formano un’intera città sulla Luna. Sarebbe anzi questo uno dei motivi per cui dopo le missioni Apollo degli anni ‘70 non siamo più tornati sulla Luna.

Le prime indiscrezioni su un possibile sistema di tunnel sulla Luna hanno iniziato a circolare fin dal 2012. Già nel 2009, del resto, la sonda giapponese Kaguya inviò a terra incredibili immagini di un sistema di tunnel e grotte, in una delle quali era chiaramente visibile un’entrate, parzialmente interrotta, del diametro di almeno 50 metri.

tunnel Luna

PER I GIAPPONESI SONO GROTTE E TUNNEL NATURALI

La spiegazione ufficiale (della Jaxa, l’agenzia spaziale giapponese) è stata che si tratta di un sistema di grotte e tunnel naturali che penetra all’interno della superficie lunare per 50 chilometri. Il sistema si sarebbe formato circa 3,5 miliardi di anni fa a causa dell’attività vulcanica della Luna e si trova in un’area con diverse cupole vulcaniche conosciute come Marius Hills, vicino al cratere lunare che porta lo stesso nome.

QUELLE STRANE STRUTTURE IN SUPERFICIE

Già in precedenza vari ufologi hanno mostrato al pubblico varie immagini di curiose strutture di grandi dimensioni e altre anomalie che sembrerebbero apparire sulla superficie della Luna, sotto la quale, concordano Nasa, che ritiene tali presunte strutture superficiali (come pure quelle segnalate su Marte) meri esempi di pareidolia, e ufologi, convinti che esse siano di origine aliena, può esistere un’enorme rete di tunnel sotterranei.

Nasa astronauts

OCCORRERANNO NUOVE SPEDIZIONI UMANE

Se però questi siano di origine naturale o meno e se siano mai stati sfruttati per installazioni terrestri o aliene è un dubbio destinato a rimanere senza risposta ancora per molti anni, almeno fino a quando gli Stati Uniti o qualche altra nazione non riuscirà a riportare delle spedizioni umane sul nostro satellite (obiettivo che la Nasa si pone come intermedio rispetto ad una spedizione umana su Marte), nei prossimi anni o decenni.

Fonte

loading...
Continue Reading
loading...

Trending