Connect with us

Categorie

L’Uomo che ha predetto la vittora di Trump e la Brexit parla del 2018: “sarà un anno tormentato da disordini politici, potenti terremoti, eruzioni vulcaniche e un clima feroce”

Haran

Published

on

loading...

Secondo l’uomo che ha predetto che Trump sarebbe diventato presidente e che il Regno Unito avrebbe lasciato l’Unione europea, ci porta le sue previsioni per l’anno 2018 e, secondo lui, “sarà tormentato da disordini politici e crisi ambientali causati da un clima drammatico senza precedenti “.

Craig Hamilton-Parker ha previsto diversi eventi difficili da prevedere, come la vittoria dell’attuale presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, o l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea (Brexit).

Ora l’uomo afferma che un attacco terroristico su un’autostrada britannica potrebbe avvenire presto, poi una rivoluzione in Corea del Nord che rovescia il regime di Kim Jong-Un, mentre l’attacco con armi chimiche da parte di droni sarà utilizzato in un’importante città europea.

In un post sul blog, il signor Hamilton-Parker ha scritto che “il 2018 sarà un anno di disordini politici e disastri ambientali generati da un clima drammatico e senza precedenti” . L’uomo che ha la misteriosa capacità di prevedere eventi mondiali estremamente improbabili ha profetizzato una serie di attacchi terroristici, una recessione economica internazionale e come Theresa May in qualche modo riuscirà a mantenere il potere.

Hamilton-Parker ha previsto che l’attrito culturale peggiorerebbe in Germania e in Francia e che ci saranno problemi razziali e le rivolte nei principali paesi europei. Oltre alla politica, l’uomo predisse anche una serie di catastrofi ambientali e disse che l’ambiente era la sua profezia numero uno per il 2018.

Risultati immagini per 2018 doomsday, climate extreme

“L’ambiente è in cima alla mia lista perché ritengo che il 2018 vedrà terremoti senza precedenti, eruzioni vulcaniche e un clima feroce” , ha scritto nel suo blog. “Ho detto per alcuni anni che possiamo aspettarci questo, non solo a causa del riscaldamento globale ma anche a causa dell’aumento dell’attività del Sole. Abbiamo visto terribili uragani, ma sento che ci sono cose peggiori a venire. “

Inoltre, l’uomo nato a Southampton prevedeva anche l’eruzione del Vesuvio in Italia, che avrebbe comportato l’evacuazione di Napoli. Ci sarebbe anche più attività sismica, anche in regioni note per essere prive di attività sismica per più di mille anni. Ha predetto che un terribile terremoto avrebbe colpito la Nuova Zelanda.

Secondo Hamilton-Parker, uragani di livello record causeranno la distruzione nei Caraibi, mentre i devastanti incendi in California e in Australia saranno difficile da contenere. Inoltre, si verificheranno gravi inondazioni in Cina e India, e sarà impossibile percorrere alcune parti dei mari del sud a causa della enorme barriera di ghiaccio che emerge dall’Antartide.

E nonostante il fatto che molte delle sue profezie significano una catastrofe, il signor Hamilton ha scritto: “Molte delle previsioni di cui sopra descritte sono tristi, ma credo che ci sarà una contemporanea crescita nella spiritualità per la gente di tutto il mondo, evento che comincierà a guidarci in un’età dell’oro. “Conflitti e difficoltà oltre a crescenti problemi ambientali uniranno persone buone e accenderanno il desiderio di cercare il vero scopo della vita umana”.

Quindi, le previsioni di Hamilton-Parker sono:

  • I droni saranno usati in un attacco terroristico con armi chimiche in una capitale dell’Europa, possibilmente a Londra o Berlino.
  • Una nave da guerra americana affonderà.
  • Kim Jong-un, il leader nord-coreano, sarà rovesciato dalle persone e il suo corpo non sarà mai trovato, il che porterà alla leggenda che si nasconde in Cina.
  • Dopo essere uscito vittorioso da un processo politico, Donald Trump guadagnerà ancora più popolarità.
  • Verso la fine del 2018 e l’inizio del 2019, la caduta dell’euro genererà grandi disordini politici ed economici.
  • Con il Bitcoin sarà scoperta una truffa che ha permesso di finanziare il terrorismo e la guerra.
  • L’Antartide subirà una massiccia rottura della sua calotta glaciale.
  • Gli uragani di una portata senza precedenti saranno registrati nei Caraibi, giganteschi fuochi in California e in Australia e inondazioni in India e Cina.

Via Segnidalcielo

loading...
Advertisement
loading...
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Categorie

Eventi Estremi: quattro violenti Uragani si stanno spostando verso gli Stati Uniti. Cinque tempeste sono presenti nel Pacifico

Haran

Published

on

By

loading...

Mentre tre forti uragani marciano una dopo l’altra attraverso l’Atlantico, più precisamente verso la costa orientale degli Stati Uniti e dei Caraibi, la quarta si prepara a passare attraverso le isole hawaiane. Nel frattempo, i satelliti meteorologici GOES – NOAA mostrano le spettacolari immagini dei sistemi meteorologici.

Il satellite meteorologico GOES-East, che segue costantemente la costa orientale degli Stati Uniti e l’Atlantico, ha scattato le foto dell’uragano Florence, della tempesta tropicale Isacco e dell’uragano Helen, che si avvicina alle Americhe.

L’uragano di quarta categoria “Florence” si sta avvicinando alla costa del Nord e del Sud Carolina, si prevede che raggiungerà la costa il 14 settembre. Sul lato destro della foto satellitare trovate l’uragano Helen, una tempesta di seconda classe, che rischia di colpire la parte sud dell’Atlantico, ma, secondo gli ultimi dati del National Hurricane Centre (NHC, NOAA), non andrà sulla costa.

A circa metà strada tra l’uragano Firenze e l’uragano Helen c’è una piccola ma pericolosa tempesta tropicale, Isaac, il cui status è stato abbassato l’11 settembre. L’NHC ha detto che “Isaac” si terrà nelle vicinanze o al di sopra del centro delle Piccole Antille, giovedì sera si sposterà nella parte orientale del Mar dei Caraibi, e nel fine settimana – al centro del Mar dei Caraibi.

Ad oggi sul pianeta Terra ci sono un totale di ben 9 potenti tempeste, 5 nel Pacifico e 4 nell’Atlantico. Nel frattempo, lontano da questa parata di uragani dell’Atlantico, la tempesta tropicale “Olivia” si avvicina da sola alla parte orientale delle isole Hawaii. La quarta categoria dell’uragano, “Olivia”, ha trascorso circa una settimana nel Pacifico, senza toccareterra terra, ma sembra si stia indebolendo a una tempesta tropicale.

Via Segnidalcielo

loading...
Continue Reading

Ufo e Alieni

Esiste una città sotterranea sotto la Luna

Haran

Published

on

By

loading...

La Luna è da sempre oggetto di interesse da parte di ufologi e agenzie spaziali di tutto il mondo, Nasa in testa. Sappiamo ancora relativamente poco di cosa si nasconda sotto la sua superficie.

Che non sia mai corso buon sangue tra la Nasa e la maggior parte degli ufologi di tutto il mondo è noto. Secondo coloro che credono che Ufo e alieni vadano e vengano dal nostro sistema solare (e dal nostro pianeta) abitualmente da decenni se non da secoli l’ente spaziale americano ha ripetutamente occultato prove e importanti scoperte.

LUNA: LA NASA NASCONDE ESISTENZA CITTÀ SOTTERRANEA?

Negli ultimi anni molti ufologi hanno sostenuto che la Nasa non solo sia a conoscenza dell’esistenza del cosiddetto “Pianeta X” (per alcuni Nibiru), ma che abbia nascosto da anni un enorme sistema di tunnel sotterranei che formano un’intera città sulla Luna. Sarebbe anzi questo uno dei motivi per cui dopo le missioni Apollo degli anni ‘70 non siamo più tornati sulla Luna.

Le prime indiscrezioni su un possibile sistema di tunnel sulla Luna hanno iniziato a circolare fin dal 2012. Già nel 2009, del resto, la sonda giapponese Kaguya inviò a terra incredibili immagini di un sistema di tunnel e grotte, in una delle quali era chiaramente visibile un’entrate, parzialmente interrotta, del diametro di almeno 50 metri.

tunnel Luna

PER I GIAPPONESI SONO GROTTE E TUNNEL NATURALI

La spiegazione ufficiale (della Jaxa, l’agenzia spaziale giapponese) è stata che si tratta di un sistema di grotte e tunnel naturali che penetra all’interno della superficie lunare per 50 chilometri. Il sistema si sarebbe formato circa 3,5 miliardi di anni fa a causa dell’attività vulcanica della Luna e si trova in un’area con diverse cupole vulcaniche conosciute come Marius Hills, vicino al cratere lunare che porta lo stesso nome.

QUELLE STRANE STRUTTURE IN SUPERFICIE

Già in precedenza vari ufologi hanno mostrato al pubblico varie immagini di curiose strutture di grandi dimensioni e altre anomalie che sembrerebbero apparire sulla superficie della Luna, sotto la quale, concordano Nasa, che ritiene tali presunte strutture superficiali (come pure quelle segnalate su Marte) meri esempi di pareidolia, e ufologi, convinti che esse siano di origine aliena, può esistere un’enorme rete di tunnel sotterranei.

Nasa astronauts

OCCORRERANNO NUOVE SPEDIZIONI UMANE

Se però questi siano di origine naturale o meno e se siano mai stati sfruttati per installazioni terrestri o aliene è un dubbio destinato a rimanere senza risposta ancora per molti anni, almeno fino a quando gli Stati Uniti o qualche altra nazione non riuscirà a riportare delle spedizioni umane sul nostro satellite (obiettivo che la Nasa si pone come intermedio rispetto ad una spedizione umana su Marte), nei prossimi anni o decenni.

Fonte

loading...
Continue Reading

Ufo e Alieni

Messico, spettacolare avvistamento UFO massivo a Baja California! (Video)

Haran

Published

on

By

loading...

Il filmato che vi mostriamo oggi riguarda uno spettacolare avvistamento UFO avvenuto a Baja California in Messico. Certamente non è il primo avvistamento ufo avvenuto in queste zone e ricordiamo le misteriose luci catturate nel mese di Dicembre 2017, Aprile 2018 e l’ultimo avvenuto il 29 Agosto 2018.

Il ricercatore messicano Carlos Clemente, ha dedicato un ampio servizio su questo caso, trasmesso da Tercemilenio TV,  specificando che le misteriose luci avvistate e fotografate nei cieli di Baja California la sera del 29 Agosto da decine e decine di cittadini messicani, non sono i classici “bengala” che possono illuminare a giorno le zone circostanti. “Queste luci– afferma Carlos Clemente – sono una vera flottillas di sfere di luce disposte in orizzontale e che si muovono in modo intelligente. Anche alcune persone di una imbarcazione che si trovava quella sera a largo di Baja California, hanno avvistato e registrato questo fenomeno.

Sicuramente i bengala non stazionano nel cielo per moltissimo tempo. La gente del posto vede spesso cose strane nei cieli e non da molta importanza a gente ed esperti scettici che dichiarano come quelle luci siano fuochi d’artificio o paracadutisti. qui la gente crede che si tratta di UFO o comunque esseri di altri mondi in visita sul nostro pianeta.

Via Segnidalcielo

loading...
Continue Reading
loading...

Trending