Una gigantesca nuvola plasmare si sta avvicinando pericolosamente alla Terra


loading...
loading…



Per quasi mezzo secolo, i raggi cosmici ad alta energia hanno colpito la Terra regolarmente, sconcertando gli scienziati. Le recenti ricerche dimostrano che questi raggi sembrano provenire da altre galassie lontane.
80 anni fa gli astronomi hanno richiamato l’attenzione sul sistema stellare “V745” , situato a 25 mila anni luce dalla Terra. Già a quel tempo, è stata rilevata una forte interferenza gravitazionale, provocata dall’interazione di due stelle situate all’interno di un’unico sistema stellare.
La loro dissonanza ha contribuito alla nascita di intensi lampi plasmatici di enorme potenza. Secondo quanto riportato dal “ToDay News” la comparsa di focolai simili è stata accertata anche nel 1989 e successivamente nel 2014.
Come risultato della formazione dell’ultimo focolaio fotonico, in quell’occasione si era creata una gigantesca nuvola di plasma la cui massa era paragonabile a quella di Marte.
Gli astronomi affermano che tutto questo indica che la nuvola plasmatica si starebbe muovendo all’interno del nostro sistema solare. Gli scienziati fanno notare che l’onda d’urto potrebbe interessare il nostro pianeta, e ciò sembra non preoccuparli più di tanto visto che la doppia stella potrebbe allontanarsi dalla Terra fino a raggiungere considerevoli distanze.
Si è scoperto che la doppia stella “V745” è composta da una nana bianca e un gigante rosso. Il fatto che una stella di dimensioni minori riesca a “mangiare” la materia di una più grande potrebbe innescare focolai energetici di incredibile potenza. Questa scoperta è molto importante perché permetterà agli scienziati di capire meglio su ciò che sta accadendo al di fuori del nostro sistema solare e della Via Lattea.
Non siamo lontani dal risolvere il mistero che circonda la creazione e l’origine di queste peculiari particelle, una questione di estremo interesse per gli astrofisici,” ha dichiarato Karl-Heinz Kampert, professore presso l’Università di Wuppertal.

via MisteroUfo

loading...

Comments 0

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More From: Scienza

DON'T MISS