Connect with us

Nibiru

Il Vaticano sta per rivelare la presenza del Pianeta X/Nibiru

Haran

Published

on

loading...
loading…


Cosa si dice in giro a proposito di Nibiru/Planet X/ Nemesis/Blu Kashina/Sedna/Tyche/etc etc ..e quali ipotetiche implicazioni con il Vaticano?
Ecco un articolo che propone una visione d’insieme sul tema ..
Catherine
Il Vaticano, anno dopo anno, sta rilasciando informazioni su Nibiru, che sembra ormai entrando nel nostro sistema solare e sui nostri vicini extraterrestri che forse in passato hanno già incontrato i funzionari del Vaticano.
Mentre i media mainstream rimangono vistosamente in silenzio, mentre la nostra attenzione viene spostata sui temi politici, economici, sportivi, ecc…,stanno trapelando informazioni dal Vaticano che indicano la presenza di extraterrestri nel cosmo e sul nostro pianeta, e l’arrivo del Pianeta X o Nibiru.
Le seguenti testimonianze confermano la conoscenza di argomenti come gli extraterrestri e Nibiru da parte del Vaticano:
La religione ha bisogno di riconoscere gli extraterrestri
Pierre Lena, un astrofisico francese e membro della Accademia Pontificia, in una conferenza di astrobiologia nel novembre 2009, ospitata dal Vaticano ha dichiarato quanto segue: “L’astrobiologia è una scienza matura che dice cose molto interessanti che potrebbero cambiare la visione che l’umanità ha di se stessa. La chiesa non può essere indifferente a questo.”…

blog.jpg

La completa rivelazione è imminente
Chris Impey, un professore universitario e il Vice Capo del Dipartimento presso l’Università di Arizona e un oratore principale alla Conferenza di astrobiologia ha aggiunto:” La prima scoperta si trova a pochi anni di distanza.”
La salvezza extraterrestre
Guy Consolmagno, un astronomo gesuita del Vaticano ha dichiarato: “Molto presto le nazioni guarderanno agli alieni per la loro salvezza”. Consolmagno crede che gli esseri umani non siano gli unici esseri intelligenti creati da Dio nell’universo ed ha aggiunto che queste forme di vita non umane sono descritte nella Bibbia come i Nephilim.
C’è bisogno di scrivere una nuova storia veritiera
Dr. Christopher Corbally, Vice Direttore dell’Osservatorio Vaticano per la ricerca al Mount Graham fino al 2012, crede che la nostra immagine di Dio dovrà cambiare qualora la divulgazione di vita aliena fosse presto svelata dagli scienziati.
Gli ET sono già qui
Monsignor Corrado Balducci non solo credeva alla presenza di intelligenze aliene che già interagiscono con il nostro pianeta, ma anche che il Vaticano sia stato a conoscenza di questo. Balducci credeva che il contatto extraterrestre sia avvenuto realmente e che gli incontri extraterrestri “non sono demoniaci, non sono causa di perdita di valore psicologico, non sono un caso di attacco di un entità nemica, ma che questi incontri meritano di essere studiati con attenzione.”
Vaticano portavoce con i nostri vicini galattici?
Monsignor Balducci ha anche affermato: “Il potere di Dio è senza limiti, è non solo è possibile ma anche probabile che esistano pianeti abitati. Ho sempre voluto essere il portavoce di questi popoli delle stelle che sono anche parte della gloria di Dio e continuerò a portare ciò all’attenzione della Santa Madre Chiesa”.
E’ possibile che qualcuno della Chiesa, che ha mantenuto la verità nascosta per millenni, ha voluto rappresentare il nostro pianeta in qualità di portavoce con i nostri vicini galattici.
Dite addio alla religione
Un estratto da un articolo intitolato, EXO-VATICANA, nel quale Thomas Horn ha dichiarato:
In un articolo per l’Interdisciplinare Encyclopedia of Religion and Science, Padre Giuseppe Tanzella-Nitti, un teologo dell’Opus Dei della Università Pontificia della Santa Croce di Roma, spiega come si potrebbe davvero essere evangelizzati durante il contatto con “gli alieni spirituali”. Egli sostiene sia benefica l’esistenza di una civiltà extraterrestre, e sarebbe incline a rispettare l’alieno e riconoscere l’origine comune delle nostre diverse specie come provenienti dallo stesso Creatore. Secondo Padre Giuseppe, questo contatto con un intelligenza non terrestre potrebbe quindi offrire nuove possibilità “di una migliore comprensione del rapporto tra Dio e l’intera creazione”. Il sacerdote afferma che questo non obbligherebbe immediatamente il cristiano “a rinunciare alla sua fede in Dio semplicemente sulla base di nuove informazioni inaspettate di carattere religioso da civiltà extraterrestri“, ma che una tale rinuncia potrebbe venire subito dopo che un nuovo originario contenuto religioso proveniente dal di fuori della Terra venga considerato come ragionevole e credibile. “Una volta che l’attendibilità delle informazioni è stata verificata” il credente avrebbe dovuto “conciliare tali nuove informazioni con la verità che lui o lei già conosce e crede sulla base della rivelazione del Dio Uno e Trino, conducendo una rilettura del Vangelo comprensivo dei nuovi dati.”
Il Vaticano conosce Nibiru già da un bel po’
In un’intervista del 1997 con Art Bell su Coast to Coast AM, a Padre Malachi Martin è stato chiesto il motivo per cui il Vaticano è coinvolto nello studio dello spazio profondo al Mt. Graham Observatory. Martin rispose: “Perché coloro che sono ai massimi livelli dell’amministrazione e della geopolitica del Vaticano, sanno cosa sta succedendo nello spazio, e ciò che si sta avvicinando potrebbe essere di grande importanza nei prossimi cinque o dieci anni”.
La storia della creazione biblica verrà rivista
Il Rev. Jose Gabriel Funes, astronomo e direttore della Specola Vaticana, ha dichiarato: “Così come c’è una moltitudine di creature sulla Terra, ci potrebbero essere altri esseri, anche quelli intelligenti, creati da Dio. Ciò non contraddice la nostra fede, perché non possiamo porre limiti alla libertà creatrice di Dio.”
La non importanza di Gesù
Funes ha aggiunto: “Dio si è fatto uomo In Gesù per salvarci. In questo modo, se esistessero altri esseri intelligenti, non è detto che avrebbero bisogno di redenzione. Potrebbero essere in piena armonia con il loro creatore”.
Un insider del Vaticano ha rivelato dei segreti sul Secretum Omega e su Nibiru
Nel 2005, un insider gesuita di alto livello ha diffuso filmati di Nibiru insieme alla documentazione segreta del Vaticano, coinvolto in un progetto Top Secret chiamato Secretum Omega, concertato con la NASA, in cui una sonda con una telecamera a raggi infrarossi di alta potenza è stata segretamente lanciata in orbita per monitorare il fantomatico “10° pianeta”.
Questo insider ha dichiarato:
Quello che posso dire è che è stato costruito nel 1990 con lo scopo di studiare tutti i corpi celesti anomali che si avvicinano Terra, simile a quello che la CIA ha fatto con uno dei suoi “occhi segreti”, il gemello di Hubble, denominato “SkyHole 12”.
Inoltre, si hanno notizie di incontri segreti (degli alieni) con Papa Pio XII, e dell’avvicinamento di un corpo celeste nel sistema solare in cui risiede un avanzato razza aliena bellicosa.
Durante l’analisi di alcuni dati e informazioni provenienti dal radiotelescopio in Alaska è stato scoperto che una sonda spaziale, parte di un programma di esplorazione dello spazio profondo chiamato “SILOE” e avviato nel 1990, aveva scattato una fotografia di un enorme pianeta in avvicinamento al nostro sistema solare.
L’informazione è stata ricevuta in Alaska nell’ottobre del 1995. A quel tempo, all’interno del Vaticano, vi erano due fazioni in lotta per il possesso e il controllo di tali informazioni, che sono state classificate più che “Top Secret”.
Questa sonda è stata creata nell’Area 51, ed ha un motore ad impulso elettromagnetico. La sonda aveva come scopo quello di avvicinarsi a quel pianeta misterioso, correggere la propria direzione per evitare l’impatto e di tornare in questo sistema solare ad una posizione abbastanza vicina per trasmettere i dati e le immagini al radio telescopio situato in Alaska.
Da un articolo pubblicato negli Stati Uniti il 10 settembre 1984
Una forza invisibile sta tirando le orbite di Urano e Nettuno, gli astronomi sospettano possa essere Planet X o un 10° residente nel quartiere celeste della Terra.
L’anno scorso, il satellite astronomico a infrarossi (IRAS), girando in un’orbita polare a 560 miglia dalla Terra, ha rilevato il calore da un oggetto a circa 50 miliardi di miglia di distanza che è ora oggetto di speculazioni.
“Tutto quello che posso dire è che non sappiamo di cosa si tratta”, dice Gerry Neugesbeuer, direttore del Palomar Observatory per il California Institute of Technology. Gli scienziati sperano che i viaggi spaziali unidirezionali delle sonde Pioneer 10 e 11 possano contribuire a localizzare il corpo celeste senza nome.
La NASA ha ammesso l’esistenza di Nibiru o Pianeta X
Un comunicato stampa della NASA nel 1992, ha dichiarato quanto segue: “deviazioni inspiegabili nelle orbite di Urano e Nettuno a causa di un grande corpo esterno al sistema solare di 4 a 8 volte la masse terrestre, su un’orbita molto inclinata, ad oltre 7 miliardi di miglia dal Sole” …

blog.jpg

Il telescopio LUCIFER del Vaticano
Il Vaticano possiede alcuni dei telescopi più potenti del mondo. C’è da chiedersi “perché”? Un telescopio particolare, chiamato Lucifer si trova al Mount Graham Observatory ed è un telescopio binoculare ad infrarosso, di grandi dimensioni per la ricerca extragalattica”.
Il Vaticano ha questi telescopi ad alta potenza per monitorare avvertimenti biblici quali “Assenzio” o Nibiru/Pianeta X:
“E il terzo angelo suonò, e cadde una grande stella dal cielo, ardente come una torcia, e cadde sulla terza parte dei fiumi e le sorgenti delle acque; E il nome della stella è Assenzio; e la terza parte delle acque divenne assenzio; e molti uomini morirono di quelle acque, perché erano diventate amare“(Apocalisse 08,10-11).
Un’altra possibilità è che il Vaticano stia monitorando l’attività extraterrestre e abbia già avuto contatti con gli ET da centinaia o migliaia di anni, che possono spiegare la credenza religiosa in un “Dio”, che nei testi religiosi può essere un extraterrestre e non la fonte ultima o il Creatore di tutto.
Plutone in Capricorno distruggerà la moneta, il governo e la religione
Plutone è entrato in Capricorno nel 2008 e vi rimarrà fino al 2023. Plutone è conosciuto come il “Destroyer” e distruggerà tutto ciò che non è nell’interesse dell’umanità, compreso il denaro, il governo e la religione.
L’ultima volta che Plutone era in Capricorno è stato nel 1700 durante le rivoluzioni francese e americana. Se si guarda gli avvenimenti del mondo, si vedrà che ci sono rivoluzioni in molti Paesi.
Quando Plutone è entrato in Capricorno nel 2008, abbiamo visto il crollo di 100 banche, con l’eccezione di quelle “troppo grandi per fallire”.
Il crollo dei “poteri”
Troverete maestri e conoscitori di astrologia ai più alti livelli di governi e società segrete, perché queste sono le persone che conoscono i cicli astronomici e che particolare energia porterà un determinato allineamento astronomico. Ad esempio, il presidente americano Ronald Reagan non avrebbe firmato alcun documento prima di consultare il suo astrologo personale. I leaders mondiali e i membri delle società segrete di alto rango sanno tutto sulla precessione degli equinozi, sulle ere cosmiche, su Plutone in Capricorno e sull’Era dell’Acquario. Sanno che questa facciata di sottomissione economica, di controllo e di conformità sta volgendo al termine, eppure essi continuano a lavorare contro gli interessi dell’umanità, cercando di mantenere il loro controllo.
Questo include anche la religione. Religione = servilismo, controllo e conformità. Ossia lo stesso modello di ogni altro tipo di governo.
Perché la Chiesa teme gli Anunnaki?
Secondo lo scomparso professor Zecharia Sitchen, gli Anunnaki hanno creato una razza schiava, cioè l’uomo, per recuperare l’oro dalle miniere, che, a sua volta, è stato utilizzato da loro come una polvere per preservare l’atmosfera del loro pianeta, Nibiru. Questo è il motivo per cui l’oro nel tempo ha assunto cosi grande valore.
E’ probabile che anche la chiesa come le altre religioni del passato sia sotto il controllo dell’occhio che tutto vede, quelli che sorvegliano i governi ombra, gli Anunnaki. Questa è la casta che ha continuato a farci lavorare come schiavi economici per millenni.
Non tutti gli Anunnaki sono malevoli. Alcuni amano la razza umana e l’hanno aiutata ed istruita nel passato. Se questa fazione positiva ritorna sulla Terra, le catene della sottomissione economica saranno finalmente spezzate. Questo è uno scenario spaventoso per tutte le religioni, perché la verità sarà finalmente rivelata. Ma si può essere certi che ogni governo cercherà di tenerci all’oscuro, come farà anche la chiesa.
Questo è il motivo per cui le Nazioni Unite hanno nominato Mazlan Othman, uno scienziato della Malesia, capo dell’ufficio per gli affari spaziali. Come tutti i settori del governo, l’idea è di creare compartimenti stagni per mantenere il controllo sulle masse.
La storia della creazione che non riescono a spiegare
Se “Dio” ha creato l’uomo e la donna, allora perché ci sono tanti tipi di sangue e valori Rh diversi? Mentre è possibile che gli Anunnaki hanno geneticamente manipolato il nostro DNA per creare una razza di schiavi,ci si deve chiedere: “Perché ci sono così tante razze o etnie diverse?” Questo ci porta a un’altra possibilità: non solo gli Anunnaki hanno creato una razza schiava, ma i nostri vicini galattici hanno anche seminato questo pianeta attraverso ibridazione tra esseri umani e alieni. La Bibbia non ha alcuna spiegazione per questo se non cercare di venderci la teoria che i nostri vari tipi di pelle si sono evoluti dalle posizioni geografiche dei nostri antenati, ma non affronta come tipi di sangue e valori Rh diversificati è venuto da due persone, Adamo ed Eva. Questo è uno scenario impossibile.
E’ tutto crollato in perfetto orario!
Le correlazioni tra Plutone in Capricorno e il collasso del denaro, la religione e il governo stanno avvenendo in perfetta sincronia.
Plutone rimarrà in Capricorno fino al 2023, quindi nel frattempo, continueremo a vedere un crollo progressivo della religione, del denaro e dei governi. Per coloro che sono attenti agli avvenimenti questa non è una sorpresa. Ciò sta avvenendo sotto i nostri occhi.
Nel prossimo futuro…
Non c’è niente che si può fare per cambiare questo destino, queste tre forme di schiavitù crolleranno a causa delle energie di Plutone in Capricorno. Possiamo aspettarci che i “Poteri Forti” non si arrenderanno al loro destino e cercheranno in tutti i modi di mantenere il controllo sull’umanità. E’ nostro compito essere consapevoli dei cambiamenti in atto per non farci trovare impreparati al conflitto che si farà sempre più serrato.
Il terzo segreto di Fatima, secondo il giornalista e scrittore Antonio Socci, parla di avvenimenti che seguiranno l’apostasia nella Chiesa Cattolica: Subito dopo – dice suor Lucia – «ho sentito lo spirito inondato da un mistero di luce che è Dio e in Lui ho visto e udito: la punta della lancia come fiamma che si stacca, tocca l’asse della terra ed essa trema: montagne, città, paesi e villaggi con i loro abitanti sono sepolti. Il mare, i fiumi e le nubi escono dai limiti, traboccano, inondano e trascinano con sé in un turbine, case e persone in un numero che non si può contare, è la purificazione del mondo dal peccato nel quale sta immerso…”. Questa profezia sembra riferirsi a sconvolgimenti planetari dovuti ad una forza misteriosa che attaccherà il campo magnetico terrestre. Forse un ennesimo riferimento a Nibiru/Pianeta X?

loading...

Nibiru

ESCLUSIVO!!! La NASA ammette l’esistenza del misterioso “Pianeta X”

Haran

Published

on

By

loading...

Pochi giorni fa la NASA ha rilasciato un comunicato stampa (link) che afferma l’esistenza di prove per sostenere che il nostro sistema solare abbia in effetti un pianeta NOVE (Planet X) e il suo diamentro è 10 volte la massa della Terra: quindi è una super-terra.

Ora, dopo anni che ci si rincorre tra scienziati, astrofisici, cosmologi che hanno sempre dichiarato che non ci sono prove sufficienti per sostenere l’esistenza del Pianeta Nove, ovvero il famigerato Pianeta X, la NASA mette in evidenza cinque linee di prove diverse che suggeriscono che esiste il pianeta errante e si trova oltre l’orbita di Nettuno.

Risultati immagini per batygin and brown
Da sinistra: Mike Brown, professore di scienze planetarie e astronomia, e Konstantin Batygin, astrofisico e assistant professor

Ma nonostante il fatto che la NASA ha ammesso che il mondo alieno probabilmente esiste, non lo abbiamo ancora visto con i nostri occhi ma è la fuori. Questo è il motivo per cui i ricercatori che utilizzano il telescopio Subaru in Hawaii sperano di individuare il mondo alieno misterioso appena possibile, poiché la sua scoperta farà anche luce sulla sua origine, che rimane anche un enigma come il mondo stesso.

Il misterioso Planet X è stato prima teorizzato dagli esperti della Caltech University nel 2014. I ricercatori hanno proposto che il pianeta esiste in base a diversi indizi, come la strana orbita di oggetti ghiacciati nella cintura di Kuiper.

Nel 2016 il Dr. Batygin, un astrofisico planetario della Caltech a Pasadena, ha presentato uno studio su circa sei oggetti particolari nella cintura di Kuiper e ha scoperto che tutti e 6 avevano orbite ellittiche che puntano nella stessa direzione e misteriosamente sono inclinate di 30 gradi verso il basso rispetto al piano in cui i pianeti del nostro sistema solare orbitano intorno al Sole. Questo era un segno di rivelazione, ovvero del passaggio di un massiccio corpo planetario che inclinato i copri celetsi di 30 gradi.

Risultati immagini per batygin and brown

Per studiare in profondità la questione, il dottor Batygin e i suoi colleghi hanno eseguito simulazioni con il computer del nostro sistema solare, ma con il Pianeta 9 incluso. Cosi hanno scoperto che più oggetti dovrebbero esistere in quella parte di spazio appena fuori dal sistema solare, ovvero oltre Nettuno, ma con un’inclinazione a 90 gradi rispetto al piano degli otto pianeti. Mentre i ricercatori guardarono ulteriormente la possibilità che il Paneta Nove esista, più indizi si sono aperti.

Un altro studio condotto dalla dottoressa Elizabeth Bailey del team del Dr. Batygin, ha mostrato che il mondo sfuggente (Planet X) avrebbe potuto inclinare i pianeti del nostro sistema solare negli ultimi 4,5 miliardi di anni.

“Per lunghi periodi di tempo, il Pianeta 9 o Planet X ha reso l’intero piano del sistema solare in una situazione di precessione e/o oscillazione, proprio come sfera scorre su un tavolo”, ha detto il dottor Batyagin.  Poi ha dichiarato: “Adesso esistono cinque diverse linee di prove osservazionali che indicano l’esistenza del pianeta Nove”. Gli astronomi hanno dimostrato che la presenza del Pianeta X potrebbe spiegare perché ci siano oggetti nella cintura di Kuiper che orbitano intorno al Sole in direzione opposta da ogni altro oggetto del nostro sistema solare.

Immagine correlata

“Nessun altro modello può spiegare la stranezza di queste orbite ad alta inclinazione – dichiara Batygin.  “Si scopre che Planet Nine offre un viale naturale per la loro generazione. Se doveste eliminare questa spiegazione e immaginare che il Pianeta Nove non esiste, allora potete generare più problemi di quanto ne puoi risolvere. All’improvviso, hai cinque diversi puzzle, e devi presentare cinque diverse teorie per spiegarle. L’unica è quella che vede la presenza di un corpo massiccio planetario forse scalzato via da un altro sistema planetario, oppure dal nostro sistema solare, che poi durante il suo transito determina scompiglio tra i corpi celesti che incontra”.

Via Segnidalcielo

loading...
Continue Reading

Nibiru

Nibiru in diretta su RT News

Haran

Published

on

By

loading...

Un astronomo spagnolo ha scoperto due pianeti di grandi dimensioni all’interno del nostro sistema solare, uno dei quali sarebbe una stella nana conosciuta come Nibiru. Ha una massa di 10 volte quella della terra come si può vedere dal video qui sotto.
Dopo aver osservato l’anomalia delle orbite di altri oggetti celesti oltre Plutone, gli astronomi hanno scoperto di essersi imbattuti in qualcosa che non avevano mai considerato prima.

fonte

loading...
Continue Reading

Nibiru

Nibiru-Planet X, un pianeta errante che si trova ai margini del nostro sistema solare!

Haran

Published

on

By

loading...
loading…



David Meade è riuscito a diffondere l’idea che il pianeta Nibiru, che al momento, secondo lui, si trova tra Giove e Saturno, si sta avvicinando alla Terra. Secondo lui, il pianeta impatterà o sfiorerà la Terra (non è chiaro) prima ad Agosto, ora il 23 Settembre 2017,  ma in un caso o nell’altro causerà drammatici eventi, tra i quali tsunami e terremoti violenti. Ma gli esperti di Nibiru sono contrari a queste teorie di Meade, anche perchè non possiede prove dell’avvicinamento di Nibiru e si è inventato sciocchezze relative al fatto che ha visto le immagini di questo pianeta in avvicinamento. Le uniche immagini reali di Nibiru le possiede la NASA e il Vaticano.

Immagine correlata

Una cosa è certa, la NASA sa dove si trova Planet X e lo sta monitorando!

Si, ci sono prove che la NASA  sa dove si trova Planet X-Nibiru e lo sta monitorando. Nel 1983, quando Plutone era ancora il nono pianeta e ogni nuova scoperta potrebbe legittimamente essere data con l’appellativo di “Pianeta X”, i ricercatori che operano all’ Infrared Astronomical Satellite (IRAS), pensavano di aver visto qualcosa di grande. Nel 1990 IRAS ha iniziato una nuova ricerca: il sospetto era che un decimo pianeta potrebbe essere trovato nella costellazione del Centauro e che si sta dirigendo verso la costellazione del Leone. A questo punto sono state richieste simulazioni al computer, che hanno suggerito l’esistenza di un pianeta che era molto più grande (almeno quattro volte le dimensioni) della Terra, e che si trovava a dieci miliardi di chilometri dal Sole.

Già nel 1983 il telescopio orbitale denominato IRAS – (Infrared Astronomical Satellite – Satellite Astronomico ad Infrarosso)  avrebbe scoperto un planetoide delle dimensioni di Giove nella direzione di Orione ben oltre il nostro sistema solare. Il misterioso corpo celeste provocò perplessità tra gli astronomi che non furono in grado di stabilire se fosse effettivamente un pianeta, una cometa gigante, o una vicina protostella che non s’era riscaldata abbastanza da diventare una stella, o una galassia distante così giovane da essere ancora in fase di formazione. “Tutto ciò che posso dirvi è che noi non sappiamo cosa sia”, disse Gerry Neugebauer, lo scienziato del programma IRAS per il Jet Propulsion Laboratory della California e direttore dell’Osservatorio Palomar presso il California Institute of Technology. Quella dell’IRAS, secondo diversi studiosi in primis Zecharia Sitchin, fu una scoperta determinante nell’ambito della ricerca di Nibiru (Pianeta dell’Attraversamento) perché sancì l’ennesimo ed effettivo interessamento (anche se mai avallato con dichiarazioni ufficiali) dell’establishment scientifico al famigerato Decimo Pianeta allora noto principalmente grazie agli studi e i testi del noto sumerologo. Ennesimo interessamento perché in realtà già in precedenza l’ente spaziale americano aveva chiaramente lasciato intendere di essere sulle tracce di Nibiru.

La stella oscura e il sistema binario

In effetti il 17 giugno 1982, la NASA in un comunicato stampa dell’Ames Research Center riconobbe ufficialmente la possibilità dell’esistenza di “qualche genere di oggetto misterioso” oltre i pianeti estremi del nostro sistema solare. Diversi articoli rilasciati dalla stampa dell’epoca confermarono che gli scienziati stavano cercando davvero il Decimo Pianeta o Pianeta X. Una conferma in tal senso giunse con l’articolo pubblicato il 19 giugno dal New York Times intitolato “Spacecraft May Detect Mystery Body in Space” dove si accennava alle sonde Pioneer 10 e 11 e a delle persistenti anomalie nelle orbite di Urano e Nettuno che suggerivano la presenza di un qualche corpo misterioso che si ipotizzava potesse essere ubicato oltre i pianeti estremi del nostro Sistema Solare. Sempre nel 1982, precisamente il 28 giugno la rivista Newsweek si occupò del Pianeta X in un articolo intitolato “Does the Sun Have a Dark Companion?” (Il Sole ha un Compagno Oscuro?). L’articolo riportava che il Decimo Pianeta davvero orbiterebbe (come in un sistema binario) intorno a due Soli (uno è il nostro Sole), ma noi non saremmo in grado di vedere l’altro astro perché sarebbe una “stella oscura”.

Planet X, un pianeta Killer che crea estinzioni di Massa sulla Terra

Nel 2002, i ricercatori hanno utilizzato modelli computerizzati per indagare se Planet X, poteva essere in una zona sospetta di spazio vuoto, a ridosso della brulicante Cintura di Kuiper, una regione piena di piccole rocce, dove Planet X poteva trovarsi in orbita sul bordo del sistema solare.  Secondo il computer, la regione vuota potrebbe essere stata creata dalle avanguardie di PlanetX, ovvero, alcune di quelle rocce spaziali agglomerate delle dimensioni di un pianeta come la Terra o Marte. Quindi questo pianeta killer doveva essere più grande di Giove, un vero e proprio mostro.

Due anni fa, anomalie nelle orbite di alcuni oggetti della fascia di Kuiper hanno portato gli astronomi a sostenere che due oggetti ( due pianeti) di grandi dimensioni, potrebbero essere là fuori: uno con una massa dieci volte quella della Terra e un altro che era ancora più grande. La NASA aveva detto che le osservazioni del satellite IRAS e del grande telescopio a largo campo della Survey Infrared Explorer della NASA, avevano escluso la mpresenza di un Pianeta X. Tuttavia, i computer dicevano che dovevamo guardare di nuovo e più nel dettaglio. Ma tutto ciò non era vero. Il Telescopio a Infrarossi IRAS aveva visto Planet X-Nibiru fotografandolo e valutando la sua orbita errante.

Risultati immagini per IRAS, Planet X
le immagini registrate da IRAS riguardanti Planet X-Nibiru
Risultati immagini per IRAS, Planet X
Il flusso di plasma gravitazionale emesso da Planet X Nibiru, fotografato dalla NASA nel 1988  grazie al telescopio infrarosso IRAS

L’astrofisico Dr. Daniel Whitmire, che propone come l’ipotizzato Pianeta X, un corpo mai scoperto e ritenuto da alcuni scienziati di esistere nel sistema solare esterno,  è responsabile delle estinzioni di massa sulla Terra circa ogni 27 milioni di anni.

Recentemente, i ricercatori della Caltech University hanno dedotto che con molta probabilità, vi è la presenza di un enorme pianeta, appunto Planet X, che crea delle anomalie orbitali negli oggetti della Fascia di Kuiper. Il Dr. Wal Thornhill è il depositario di alcune delle teorie sll’Universo Elettrico. Ma cosa si intende per Universo Elettrico.

In questa circostanza il Dr. Daniel Whitmire (astrofisico), ha affermato con certezza che il Pianeta X nel suo percorso dall’esterno verso l’interno del sistema solare, emana una “perturbazione” composta da un campo Gravitazionale in cui si manifesta una forza elettrostatica quasi istantanea. Questo perchè appunto, l’Universo possiede la sua carica elettrica a cui ne deriva un Campo di Plasma Universale.

Secondo lo scienziato, muovendosi attorno al sistema solare ogni 27 milioni di anni, il pianeta X passa attraverso la Fascia di Kuiper, una regione del sistema solare costituita da oggetti composti principalmente da sostanze volatili congelate, come ammoniaca, acqua e metano spingendo le comete verso la Terra e all’interno del sistema solare. Una volta qui, queste possono entrare in collisione con la Terra e ridurre la luce del sole che arriva fino a noi, causando potenziali eventi di estinzione.”

Il Dr. Whitmire e il suo collega John Matese pubblicarono, nel 1985, uno studio sulla rivista Nature, spiegando nel dettaglio quella è che è stata, a detta di loro, la causa dell’estinzione. A quel tempo c’erano tre teorie per spiegare la pioggia di comete periodiche; tra queste la presenza di un pianeta misterioso situato nella ‘periferia’ del nostro Sistema Solare, appunto conosciuto come Pianeta X. Queste teorie sono state molto discusse con il passare degli anni ma, ad ora, l’idea di Whitmire  sembra poter tornare prepontemente alla ribalata: “l’effetto di un pianeta  – dichiara Whitmire – dipende sia dalla sua massa sia dalla sua posizione. In questo modo anche un pianeta meno massiccio può produrre effetti gravitazionali simili.”

Immagine correlata
fotografie diffuse da un insider del vaticano riguardanti Planet X-Nibiru, immagini scattate dalla sonda spaziale SILOE

Gli scienziati hanno cercato di scoprire questo pianeta per almeno 100 anni, anche se fino ad ora non era mai stata trovata nessuna prova circa la sua esistenza. Ora però emerge questo straordinario e clamoroso studio: il Pianeta Nove è davvero collegato all’estinzione di massa sulla Terra? Gli scienziati si sono messi a lavoro per rispondere a questa incredibile domanda. Intanto la NASA usa il suo buon Cover-Up, una censura ferrea nascondendo le prove dell’esistenza di Planet X -Nibiru. Le sonde spaziali IRAS della NASA e SILOE del Vaticano, sanno bene dove si trova “il Pezzo grosso” e quando ci sarà il suo prossimo allienamento con la Terra. Per ora lo stanno solo monitorando, ma si sa per certo che questo enorme pianeta non si avvicinerà alla Terra. A seguire il video diffuso dal ricercatore Bill Cooper sulla posizione di Nibiru registrata dalla sonda IRAS.

Via Segnidalcielo

loading...
Continue Reading

Trending