Connect with us

News

Scienziati dicono che quando “sogniamo” viaggiamo attraverso ‘Universi Paralleli’

Haran

Published

on

loading...

Ogni notte, gli umani hanno una media di 6-10 sogni. Alcuni minuti dopo essere stati svegliati, questi sogni vengono solitamente dimenticati. Tuttavia, cosa succede se c’è un significato reale per i sogni che li renderebbe più redditizi da ricordare? La scienza moderna, così come le tribù native americane e le tribù antiche delle nazioni messicane, credono che noi, o almeno il nostro cervello, visitiamo un “universo parallelo” quando sogniamo.

Parallel Universe

Questo spiegherebbe perché gli esseri umani possono sognare a colori e possono percepire con tutti e cinque i sensi, ciò che accade nel sogno. Se hai mai sognato di mangiare la torta di mele tipica di tua nonna, ti sei mai reso conto che ti sembra di poter assaporare e annusare la deliziosa torta di fronte a te? O forse hai sognato di cavalcare le montagne rocciose degli Stati Uniti e sentito il brivido di cavalcarle mentre ci si arrampica su per le ripide colline e si precipita giù per le rampe.

Immagine correlata

I mistici credono anche che ci siano luoghi in cui il sogno ha luogo, ma lo hanno collegato ad esseri soprannaturali come i fantasmi e gli spiriti e altre entità. Tuttavia, dal 1920 gli scienziati hanno cercato di evitare tali discorsi e entrare in dibattiti con altre persone e altri ricercatori, perchè tutto può essere discutibile, teorizzato, ma nella loro ricerca di trovare il luogo ideale delle particelle nucleari per ospitare i sogni, si sono resi conto che una tale formazione sarebbe impossibile sulla Terra.

Risultati immagini per PARALLEL UNIVERSES , the DREAM

Così hanno spostato l’argomento lontano dal soprannaturale, e in un campo di fisica discutibilmente più confuso. Un esempio della teoria degli scienziati degli Universi Paralleli sarebbe quella di pensare a due mondi: uno in cui sei nato e uno in cui non lo sei. Logicamente, non si può mai essere in uno stato “doppio” all’interno di una dimensione, e quindi sorge la necessità di più dimensioni parallele. Pensaci: in un altro mondo, potrebbe esserci una copia di te stesso che fa le cose in modo leggermente diverso, e di conseguenza potrebbe avere una vita migliore di te. In un altro mondo, potrebbe esserci una persona come te che non ha dimenticato le sue battute durante un incontro aziendale. In un altro mondo, potrebbe esserci un’altra versione di te che capisce cosa sta succedendo con i nostri sogni – e forse a quel punto, sapremo se gli scienziati o i mistici vinceranno questo dibattito.

Via Segnidalcielo

loading...

News

Trump: “Torniamo sulla Luna, poi su Marte”

Haran

Published

on

By

loading...

“Cambierà la nostra politica per ottenere una nuova conoscenza del cosmo e sollecitare una tecnologia incredibile”

Donald Trump ha firmato lunedì una direttiva per far tornare gli americani sulla Luna ed eventualmente su Marte. Lo rende noto la Casa Bianca. Che il presidente USA guardasse con interesse alla “nuova frontiera” spaziale (e agli extraterrestri) lo avevamo preannunciato in tempi non sospetti. A differenza del “molliccio” Obama, che i soldi li spendeva tutti pro immigrati ed aveva tagliato il budget della Nasa, il tycoon ha a cuore la ricerca scientifica e le ricadute tecnologiche che essa ha per l’umanità.

E così, il presidente è pronto a firmare la “Space Policy Directive 1” che ordina alla Nasa di “guidare un programma di esplorazione spaziale innovativo per far tornare gli astronauti americani sulla Luna ed eventualmente farli andare su Marte”, ha riferito il portavoce Hogan Gidley. Una mossa, ha spiegato, basata sulle raccomandazioni del National Space Council.

“Cambierà la nostra politica sui viaggi umani nello spazio per aiutare l’America a diventare la forza trainante dell’industria spaziale, ottenere una nuova conoscenza del cosmo e sollecitare una tecnologia incredibile”, ha sottolineato Gidley.

 

loading...
Continue Reading

News

Documenti della CIA rivelano che la “Cura del Cancro” è stata scoperta ma classificata come Top Secret

Haran

Published

on

By

loading...

Documenti governativi declassificati di recente, risalenti al 1983, hanno rivelato i dettagli del “processo di accesso” della CIA, un metodo utilizzato sulle onde cerebrali dei soggetti che usano la meditazione per curare il cancro al cervello.
Nei documenti Top Secret si parla di un metodo in cui, controllando le onde cerebrali di un malato di cancro con pratiche come la meditazione, si raggiunge “l’alta coscienza” riducendo così drasticamente la crescita dei tumori cerebrali.

Risultati immagini per CIA Documents Reveal Cancer Cure Was Discovered Then Covered Up

Si sperava che la scoperta, che ha prodotto risultati eccezionali, fosse stata rivelata al pubblico tramite il governo e il personale militare, ma invece è stata coperta e classificata come Top Secret.

I documenti, che rivelano appunto la sorprendente scoperta, sono stati successivamente declassificati proprio quest’anno. Il capo del ministero indiano per la medicina alternativa ha detto che i ricercatori di un istituto di Bangalore hanno anche affermato che lo yoga potrebbe presto essere scientificamente provato per curare il cancro.

Secondo il quotidiano DailyStar, i risultati innovativi sono stati ottenuti attraverso l’ipnosi, la meditazione trascendentale e una tecnica chiamata “biofeedback”. Nell’ultimo processo, il soggetto ha lo scopo di concentrarsi su parti specifiche del corpo ed evocare pensieri positivi.

Lo studio recita: “Se il soggetto desidera aumentare la circolazione nella gamba sinistra per accelerare la guarigione, può concentrarsi con il suo emisfero sinistro al raggiungimento di tale risultato, monitorando attentamente con un termometro digitale collegato alla gamba sinistra. Coloro che hanno avuto successo hanno registrato un aumento della temperatura.

the top secret documents suggest that by controlling the brainwaves of a cancer sufferer can have postive effects

Lo studio continua:

“Il soggetto può mentalmente (con il cervello sinistro) associare le sensazioni sperimentate con il risultato raggiunto e può iniziare a sottolineare, mediante il richiamo alla memoria, lo stesso processo per provocare il suo rafforzamento con l’affermazione e la ripetizione.

“In questo modo, il dolore può essere bloccato, la guarigione può essere migliorata, i tumori maligni possono apparentemente essere soppressi e alla fine distrutti, i centri del piacere del corpo possono essere stimolati e una varietà di specifici risultati fisiologici possono essere raggiunti.”

Immagine correlata+
Una persona che ha studiato i documenti ha fatto, per modo di dire, saltare in aria la CIA, colpevole per aver impiegato così tanto tempo a rilasciare le informazioni. “Questo è quello che avrebbero dovuto insegnarci da quando erano bambini”, dichiara Anjel Gutierrez. “Questa è la prova che possiamo guarire noi stessi e che per me è la scoperta più pazza e più incredibile!!. Questo è quello che avrebbero dovuto insegnarci da quando erano bambini e mi fa quasi venire le lacrime agli occhi. Userò il mio cervello per guarire me stesso e usare cose diverse che potrebbero aiutare. Puoi usare il cervello per guarire qualsiasi dolore che hai e se continui a farlo attraverso la ripetizione e l’affermazione positiva, allora puoi farlo”.

Via Segnidalcielo

loading...
Continue Reading

News

Scienziati scoprono una Nuova Fonte di Energia Pulita e Illimitata dal “GRAFENE”

Haran

Published

on

By

loading...

La ricerca di una fonte di energia pulita e inesauribile avrebbe portato gli  scienziati a una scoperta senza precedenti. Recentemente, un gruppo di ricercatori ha segnalato la scoperta di una proprietà insolita del grafene e potrebbe trasformare questo materiale in una fonte di energia “pulita e illimitata” in futuro.

Risultati immagini per Energy, Graphene

Bene, prima di tutto, vediamo cos’è il Graphene:

Il  grafene  è una sostanza composta di atomi di carbonio puro disposti in modo regolare esagonale, simile alla grafite. Un foglio di un atomo di spessore è circa 200 volte più resistente rispetto all’attuale acciaio più forte, la sua densità è più o meno uguale a quella della fibra di carbonio e circa cinque volte più leggera dell’alluminio. Un foglio di 1 metro quadrato pesa solo 0,77 milligrammi.

Immagine correlata

In sintesi, il grafene è un materiale super resistente, molto più dell’acciaio attuale ma più forte e leggero, molto leggero. Questo è ben noto agli scienziati dell’Università dell’Arkansas, che si sono dedicati allo studio del movimento del grafene , il cosiddetto “materiale miracoloso” che è composto da un singolo strato di atomi di carbonio; e questo è stato scoperto per la prima volta nel 2004.

Anche il grafene e la sua esistenza hanno qualche mistero, poiché non dovrebbe esistere un materiale essenzialmente bidimensionale. Quindi, come è possibile che esista?

Un fenomeno unico lo rende possibile: gli atomi di carbonio, che costituiscono il grafene, fluttuano, ed è così che questo materiale è in grado di esistere. Questo è noto come movimento Browniano .

Gli architetti di questa scoperta sono Paul Thibado dell’Università dell’Arkansas e i suoi studenti, che sono riusciti ha osservare il movimento del grafene sotto un microscopio a effetto tunnel (STM). Usando scale di grandezza incredibilmente piccole, hanno scoperto che non c’era solo un movimento browniano ma anche movimenti più grandi nel foglio di grafene stesso, con gli atomi che si muovevano insieme.

Risultati immagini per A Potential Source of Clean, Limitless Energy, Graphene

Precisamente, in questo movimento extra è dove si trova il “segreto” di energia illimitata.  Come afferma Thibado a Research Frontiers: “Questa è la chiave per usare il movimento dei materiali 2D come fonte di energia utilizzabile“.
Usando un foglio di grafene che misurava 10 micron di larghezza, i ricercatori hanno affermato che potevano produrre circa 10 microwatt di energia in modo continuo, senza alcuna perdita. Pertanto, aumenta la possibilità di una fonte di energia pulita ed illimitata.

In un video , Thibado ha spiegato come utilizzare questo movimento per sostituire le batterie che usiamo oggi. Creando qualcosa chiamato Vibration Energy Harvester (VEH), ha mostrato come un foglio di grafene caricato negativamente tra due elettrodi potrebbe produrre una corrente alternata.

“Se avessi alimentato il tuo orologio, ad esempio, non avrei mai dovuto sostituire le batterie”, ha detto nel video. “Se potessi usare un’alternativa alle batterie, e quindi non doverle sostituire ogni tanto, immagina tutte le cose che potresti fare.”

Immagine correlata

Inoltre, la tecnologia ha il potenziale per consentire a qualsiasi oggetto di inviare, ricevere e archiviare informazioni, alimentato solo dal calore di un essere a temperatura ambiente.

Il grafene ha altre possibili applicazioni, tra cui la produzione di celle solari più avanzate o schermi televisivi più sottili. Ora, con questa indagine, potrebbe anche essere usato, nel prossimo futuro, per sostituire le batterie. Il futuro è dietro l’angolo.

La ricerca è stata pubblicata su Physical Review Letters .

Via Segnidalcielo

loading...
Continue Reading

Trending