Connect with us

Misteri

“Ho 20 anni, a pochi mesi già parlavo. Nella mia vita precedente abitavo su Marte: gli esseri umani sanno ancora poco”

Haran

Published

on

loading...

La storia di Boriska Kipriyanovich, il giovane russo che a pochi mesi di vita aveva già iniziato a parlare, a 2 anni sapeva leggere e scrivere

A pochi mesi di vita aveva già iniziato a parlare, a due anni sapeva leggere e scrivere, a scuola meravigliava tutti con la sua conoscenza dell’universo. Boriska Kipriyanovich, russo, di Volgograd, oggi ha 20 anni, ma da tempo fa parlare di sé per il mito creato intorno alla sua persona, dal momento che fin da piccolo dichiarava di aver vissuto la sua vita precedente su Marte. Il Daily Mail e altri media inglesi hanno ripercorso la sua storia.

È stata la mamma, di professione medico, a rivelare nel 2002 i primi dettagli sulle capacità del bambino agli autori del giornale russo Pravda: diceva che a poche settimane di vita il figlio riusciva già a tenere la testa sollevata, che aveva imparato a parlare a neanche due anni, che spesso faceva sfoggio di nozioni che nessuno gli aveva mai insegnato e raccontava di civiltà aliene come se fosse stato un abitante delle stesse. Verità o frutto di suggestioni, queste dichiarazioni contribuirono a creare un mito, che poi il piccolo avvalorò con sue testimonianze.

“Boriska ha affermato più volte di aver vissuto la sua vita precedente su Marte – si legge nel Daily Mail -, un pianeta distrutto da una catastrofe nucleare accaduta nel passato. Diceva che i Marziani sono alti più di due metri e che vivono ancora sottoterra nel pianeta rosso e che riescono a vivere respirando diossido di carbonio. Secondo Boriska, essi sono immortali e smettono di invecchiare a 35 anni. Sono anche tecnologicamente avanzati e capaci di intraprendere viaggi interstellari”.

Il giovane ha affermato che nella sua vita precedente era solito fare delle spedizioni di ricerca sulla Terra e che gli umani hanno ancora tanto da imparare, in particolare sulla civiltà egizia, la quale nasconderebbe dei segreti. Tanti, nel corso degli anni, hanno interpretato le sue teorie come frutto di immaginazione e di suggestioni fantascientifiche.

Il Daily Mail ricorda come Boriska sia stato inserito da piccolo nella cosiddetta categoria dei “bambini indaco”, un concetto pseudoscientifico, nato nell’ambito della cultura New Age, con cui si indica una generazione di bambini che sarebbero dotati di tratti e capacità speciali o soprannaturali. Queste, ovviamente, non sono riconosciute a livello scientifico o empirico: numerose ricerche hanno al contrario dimostrato che le caratteristiche presentate da questi bambini sembrano rimandare a patologie infantili, come ad esempio la sindrome da deficit di attenzione e iperattività. La diffusione del mito avrebbe avuto l’effetto in molti casi di ritardare la diagnosi e il trattamento di malattie mentali anche gravi.

 

fonte

loading...

Misteri

Il Sistema Solare sta entrando in una “zona” di Energia Nuova che trasforma i campi magnetici dei pianeti.

Haran

Published

on

By

loading...

di Art Rosenblum

Lo scienziato russo, dottor Dmitriev, dice che il sistema solare si sta muovendo in una nuova “zona” di energia che sta trasformando i campi magnetici dei pianeti.

Questa è la prospettiva russa sui cambiamenti della terra. Dati concreti che non vengono riportati in America. Le atmosfere dei pianeti stanno cambiando. Il lavoro del dott. Dmitriev mostra che i pianeti stessi stanno cambiando. Stanno subendo cambiamenti nelle loro atmosfere.

Ad esempio, l’atmosfera marziana sta diventando notevolmente più spessa di prima. La sonda di osservazione di Marte nel 1997 perse uno dei suoi specchi, causandone il collasso, perché l’atmosfera era circa il doppio di quella calcolata, e fondamentalmente il vento su quel piccolo specchio era così potente da farlo esplodere nel dispositivo.

Alla luna terrestre sta crescendo un’atmosfera,un’atmosfera composta da un composto che Dmitriev chiama “Natrium”. Dmitriev dice che, intorno alla luna, c’è questo strato di Natrium lungo 6.000 chilometri che prima non c’era.

E stiamo avendo questo tipo di cambiamenti anche nei livelli superiori dell’atmosfera terrestre, dove si sta formando gas HO che prima non c’era o non esisteva in tali quantità. Non è correlato al riscaldamento globale e non è correlato ai Cloro Fluoro Carburi o altro.

I campi magnetici e la luminosità dei pianeti stanno cambiando. I pianeti stanno vivendo cambiamenti considerevoli nella loro luminosità generale. Venere, ad esempio, ci mostra marcati aumenti nella sua luminosità generale. Giove ha avuto una carica energetica così elevata che in realtà si riesce a vedere un tubo visibile di radiazioni ionizzanti tra esso e la sua luna, “Io”. E’ possibile effettivamente vedere il tubo di energia luminosa in fotografie che sono state scattate di recente.

E i pianeti stanno cambiando nei loro campi magnetici che stanno diventando più forti. Il campo magnetico di Giove è più che raddoppiato. Il campo magnetico di Urano sta cambiando. Il campo magnetico di Nettuno sta aumentando. Questi pianeti stanno diventando più luminosi. La forza del loro campo magnetico sta aumentando. Le loro qualità atmosferiche stanno cambiando.

Urano e Nettuno sembrano perfino aver avuto dei recenti spostamenti polari. Quando la sonda spaziale Voyager 2sorvolò Urano e Nettuno, i poli magnetici nord e sud apparenti, erano sostanzialmente sfalsati rispetto al polo rotazionale. In un caso, era di 50 gradi, e nell’altro caso la differenza era di circa 40 gradi, entrambi cambiamenti piuttosto grandi.

I cambiamenti complessivi potrebbero essere essenzialmente suddivisi in tre categorie: cambiamenti nel campo energetico, cambiamenti di luminosità e cambiamenti atmosferici.

L’attività vulcanica globale è aumentata del 500 percento dal 1975. Sulla Terra, stiamo vedendo i cambiamenti ancora più impressionanti. Ad esempio, Michael Mandeville ha condotto ricerche che hanno dimostrato chel’attività vulcanica globale sulla Terra dal 1875 è aumentata di circa il 500%. L’attività globale di terremoti è aumentata del 400% solo dal 1973. I disastri naturali sono aumentati del 410% tra il 1963 e il 1993. 

Il dottor Dmitriev ha fatto un calcolo molto elaborato dei disastri naturali. Ha dimostrato che se si confrontano gli anni dal 1963 al 1993, la quantità totale di disastri naturali di tutti i tipi – sia che si parli di uragani, tifoni, smttamenti, maremoti – è aumentata del 410%.

Il campo magnetico del Sole è aumentato del 230 percento dal 1901. C’è uno studio del dott. Mike Lockwood dei Rutherford Appleton National Laboratories in California, che sta indagando sul Sole. Ha scoperto che dal 1901 il campo magnetico complessivo del Sole è diventato il 230 percento più forte di prima.

Molto più che semplici cambiamenti della Terra

Quindi, tutto sommato, quello che stiamo vedendo è molto più di ciò che vengono genericamente definiti Cambiamenti della Terra. Alcune persone hanno l’idea che ci sia un’interazione tra la Terra e il Sole. Pochissime persone sono a conoscenza del lavoro svolto all’Accademia nazionale delle scienze russa in Siberia, in particolare a Novosibirsk, dove stanno conducendo questa ricerca, e dove sono giunti alla conclusione, chel’unica cosa possibile che potrebbe causare questo cambiamento energetico in tutto il Sistema Solare, è che ci stiamo muovendo in un’area di energia diversa e più forte.

Il plasma luminoso al limite del nostro sistema solare è aumentato di recente del 1000 percento. Il Sole stesso ha un campo magnetico, naturale, e quel campo magnetico crea un uovo attorno al Sistema Solare, che è noto come eliosfera. L’eliosfera ha la forma di una lacrima, con la parte lunga e sottile della goccia che punta nella direzione opposta rispetto alla direzione che stiamo percorrendo. È proprio come una cometa, dove la coda punta sempre lontano dal sole.

I russi hanno osservato il margine di questa eliosfera, e hanno visto l’energia di plasma, incandescente ed eccitataQuesta energia del plasma era di 10 unità astronomiche (un’unità astronomica è la distanza dalla Terra al Sole, 93.000.000 miglia). Quindi dieci unità astronomiche rappresentano il normale spessore di questa energia luminosa, che eravamo soliti vedere nella parte anteriore del Sistema Solare.

Oggi, quel plasma luminoso è andato a 100 unità astronomiche. Sebbene il documento di Dmitriev non dia una cronologia esatta, possiamo supporre che questo aumento sia avvenuto nello stesso periodo, dal 1963 al 1993, dell’aumento di disastri naturali. Si tratta di un aumento del 1000% della luminosità complessiva dell’energia nella parte anteriore del Sistema Solare.

Ciò significa che il sistema solare stesso si sta spostando in un’area in cui l’energia è più carica. Quella energia più carica, a sua volta eccita il plasma e ne provoca una maggiore quantità, in modo da vedere più luminosità. Questa energia fluisce quindi nel Sole, che a sua volta emette l’energia e la diffonde lungo il suo piano equatoriale, che è chiamato l’eclittica.

Questo a sua volta sta saturando lo spazio interplanetario, che fa sì che le emissioni solari viaggino più velocemente e ricarichino l’energia sui pianeti.

E questa è energia di consapevolezza che sta cambiando il funzionamento del nostro pianeta, e il tipo di vita che esso supporta. Le armoniche della spirale del DNA si stanno modificando. Questa è la vera causa nascosta di evoluzioni di massa spontanee nelle epoche precedenti del tempo.

Tutto questo sta accadendo nello stesso momento, e sta crescendo fino ad un momento in cui ci sarà un cambiamento improvviso. In altre parole, arriveremo al punto in cui saremo così immersi nel nuovo livello di energia, che ci sarà un’espansione improvvisa delle lunghezze d’onda armoniche di base che il Sole emette, mentre irradia energia esso stesso. Questo aumento delle emissioni di energia cambierà la natura di base di tutta la materia nel Sistema Solare. I pianeti saranno spinti leggermente più lontani dal Sole e gli atomi e le molecole che li formano, si espanderanno effettivamente, in termini di dimensioni fisiche.

Articolo di Art Rosenblum – Aquarian Research Foundation, 5620 Morton St., Philadelphia, PA 19144. Web: http://www.ic.org/aq

Fonte originale: http://www.awaken.cc/awaken/pagesE/library/ePlanetChanges.html

Fonte: https://ununiverso.it/2017/12/04/lo-scienziato-russo-dice-che-il-sistema-solare-sta-entrando-in-una-zona-di-energia-nuova-che-sta-trasformando-i-campi-magnetici-dei-pianeti/

via Conoscenze al Confine

loading...
Continue Reading

Misteri

Come tengono intrappolata la Ghiandola Pineale per evitare che l’uomo si evolva!

Haran

Published

on

By

loading...

C’è un piano accuratamente nascosto che cerca di tenere le persone sul filo del rasoio, determinando la mancanza di evoluzione spirituale, poiché se gli uomini si evolvessero non sarebbe più possibile usarli. Se l’ascensione fosse alla portata di tutti, verrebbe a mancare la materia prima al piano.

Quindi, la cosa migliore, è tenere le persone bloccate con carestie, malattie, burocrazia, problemi economici, guerre, criminalità. Questi sono tutti diversivi e distrazioni studiati per fare in modo che l’uomo, impegnato nel risolvere le necessità materiali, NON ABBIA TEMPO PER EVOLVERSI, verso il riconoscimento della propria natura spirituale.

Probabilmente il piano di controllo risale alla notte dei tempi, alla Torre di Babele e anche prima, e le forze in gioco sono grandi e inimmaginabili e hanno riversato, periodicamente, ondate di paura sull’umanità. Oggi l’unico modo per farcela pare essere l’ascensione personale perché il mondo difficilmente potrà mai evolversi a livello planetario: chi davvero muove i fili del mondo questo non lo vuole permettere.

È da notare che da quando i metodi di comunicazione si sono evoluti e sono stati resi disponibili a tutti (internet in testa), si è ottenuto un inevitabile fluire di conoscenza e qualcosa poteva far ben sperare in un processo evolutivo. Ma, guarda caso, contemporaneamente alcuni studi sono stati accuratamente censurati, sono nate nuove fonti alternative di informazione devianti e pericolose (falsi channelling, siti web di disinformazione, false organizzazioni di aiuto ecc…), nuove droghe vengono immesse sul mercato, prodotti alcolici a base di frutta vengono pubblicizzati per abbindolare i giovani e alla fine siamo sempre allo stesso punto o forse anche peggio.

A OGNI PASSO IN AVANTI CHE FA’ L’UMANITA’, NASCONO CORRENTI CHE IN QUALCHE MODO LA RIPORTANO INDIETRO. Uno dei peggiori momenti in questo senso fu il medio evo, periodo in cui un oppressivo potere religioso provocò un enorme blocco delle coscienze di cui, ancora oggi, portiamo segni indelebili. Il mondo vive da sempre nella paura. La paura è necessaria per bloccare la crescita. La paura e l’ignoranza alimentano la trappola, la verità rende invece liberi.

Ecco alcuni modi usati dal sistema per tenere in trappola l’essere umano:

– Fino a qualche anno fa, nonostante gli enormi progressi della medicina, non esistevano studi sulla ghiandola pineale, né tanto meno sulle sostanze da essa prodotte;

– La ghiandola coccigea,che risulta esser un componente essenziale della vita, non è praticamente conosciuta neanche dai medici. Queste due ghiandole, di fatto, non vengono studiate nel percorso didattico per la laurea in medicina e chirurgia;

– Le scie chimiche, per mezzo dei metalli in esse contenuti e dell’eventuale riflessione dei campi elettromagnetici che sembrerebbero essere indotti dai sistemi H.A.A.R.P, procurano effetti negativi sulla ghiandola pineale e sulla salute alimentando malattie e disturbi.

 Wilhelm Reich, a causa delle sue scoperte sull’energia orgonica o vital, venne incarcerato e si scatenò una caccia alle streghe per censurare e distruggere i suoi studi;

– Il mercurio, quello delle amalgame dentali, dei vaccini, di alcuni farmaci o contenuto in un famoso disinfettante, ha effetto sulla pineale;

– Le droghe e i farmaci inibiscono l’attività della ghiandola pineale oltre a danneggiare la salute;

– Una cattiva alimentazione ha effetti negativi sulla vascolarizzazione della ghiandola pineale; 

– Nell’uomo, a partire dall’età di 45 anni, la pineale comincia naturalmente a calcificarsi, per cui non si devono più sprecare energie per inibirla: quindi essa è un “nemico” da attaccare per poco tempo;

– Oltre all’alimentazione scorretta, un ottimo metodo per scimunire la gente sono gli psicofarmaci; adesso sono inventati l’A.D.H.D., la “sindrome da deficit di attenzione e iperattività”, il presunto disturbo dei bambini irrequieti. Per questo disturbo inventato si prescrive ai bambini il Ritalin, uno psicofarmaco che altera le facoltà mentali e che può condizionare seriamente il comportamento facendolo sfociare in atti di violenza.

Il governo statunitense classifica il Ritalin nella stessa categoria della cocaina e dell’eroina. Herbet S. Okun, membro del comitato internazionale di controllo sui farmaci per le Nazioni Unite, ha riferito, durante una conferenza stampa, che il suo comitato è assai preoccupato per il fatto che il metilfenidate (Ritalin) negli Stati Uniti venga prescritto in maniera massiccia. Egli aggiunge che ogni giorno negli U.S.A vengono assunte 330 milioni di dosi di Ritalin, paragonate ai 65 milioni del resto del mondo. 11.000.000 sono i minori che nei soli Stati Uniti ogni anno utilizzano psicofarmaci per tutte le patologie (fonti: NIMH, Nexus, Angeles Times);

– Le religioni sono infarcite di insegnamenti che parlano di un dio al di fuori dell’uomo e che coltivano incessantemente nella mente dei seguaci il concetto di senso di colpa;

– C’è una sempre maggiore quantità di falsi channelling, ovvero di lupi travestiti da agnelli, utili quasi sempre solo a depistare;

– Cè una continua immissione sul mercato di nuove droghe sintetiche, sempre più pericolose;

– La medicina di Hamer, che potrebbe risvegliare molte persone e migliorare l’inconscio collettivo, viene regolarmente osteggiata.

Ci sarebbe tanto altro da dire ma questo basta per incominciare a riflettere e fare scelte più coscienti e saggie. Incominciamo il cambiamento su noi stessi, ognuno di noi deve esser pioniere del cambiamento che vuole vedere nel mondo.

Tratto dal libro: “Life – i segreti della ghiandola pineale” di Arcangelo Miranda.

Fonte: https://www.facebook.com/La-Verità-ci-Rende-Liberi-121083388058285/

via Conoscenze al Confine

loading...
Continue Reading

Misteri

La vera origine della razza umana? la storia, i media, la scienza e i governi la tengono segreta

Haran

Published

on

By

loading...

La storia della razza umana fa acqua da tutte le parti. I dubbi sono molti, le scoperte che vanno in contrasto con la teoria ufficiale, ancora di più. Cosa accade, per esempio, se durante degli scavi vengono ritrovate impronte di scarpe o utensili “moderni” che però risalgono a milioni di anni fa? Secondo Philip Johnson, docente della Facoltà di Legge dell’Università della California, non succede nulla perché nessuno, o quasi, lo verrà a sapere a causa di ciò che lui definisce “il filtro delle conoscenze”, l’unico vero “protettore” delle teorie ufficiali.

“I reperti dei primi esseri umani o dei loro attrezzi vengono accettati e riconosciuti solo se rientrano nei modelli ortodossi dell’evoluzione umana” afferma Johnson, che continua: “Certe scoperte scompaiono presto dalla stampa e nel giro di poche generazioni diventano invisibili, quasi non fossero mai avvenute”.

Queste le sue dichiarazioni nell’introduzione al libro di Michael Cremo e Richard Thompson: ‘Archeologia proibita, la storia segreta della razza umana’ edito, per la prima edizione italiana, dal Gruppo Futura.
Il libro, rimasto un po’ nell’ombra, presenta centinaia di scoperte occultate o cancellate dalla stampa in cui appare abbastanza evidente che l’essere umano è “vecchio” di milioni di anni.

Ma non solo: secondo lo scienziato Thompson e lo scrittore Michael Cremo, l’essere umano non è il frutto di un’evoluzione degli ominidi. Uomini e ominidi sarebbero due razze ben distinte che hanno sempre convissuto e che lo fanno ancor’oggi, nonostante non se ne parli praticamente da nessuna parte. Per capire di più, ci siamo rivolti direttamente a Michael Cremo, il qualche ha fornito delle risposte esaurienti alle nostre domande. A voi, il giudizio finale.

Nel libro “Forbidden Archeology”, scritto insieme a Richard Thompson, vengono riportate molte scoperte (che pochi conoscono) che ribalterebbero la storia sulle origini della razza umana. A quanto risulta, infatti, l’essere umano potrebbe essere “vecchio” di milioni di anni. Anche i testi vedici riportano la storia delle razza umana in maniera diversa da come la conosciamo oggi. Secondo tali testi, infatti, esseri umani ed esseri scimmieschi sono sempre co-esistiti.

Cosa ci può dire in proposito?
“Secondo gli scienziati moderni, gli esseri umani come noi apparvero per la prima volta tra i 100.000 e i 200.000 anni fa, evolvendosi dalle creature primitive scimmiesche. Ma le antiche scritture sanscrite dell’India, come i Purana, o altre storie, raccontano che gli esseri umani come noi esistevano da molti milioni di anni, fin dal principio della vita sulla terra. Quando ne ho sentito parlare per la prima volta, mi sono chiesto se esistesse una qualche prova fisica che supportasse questa idea. Così con l’aiuto del mio collega Richard Thompson, ho cominciato a fare qualche ricerca.

Quando ho consultato gli attuali libri di testo di archeologia, non ho trovato nessuna prova che sostenesse l’estrema antichità della razza umana. Ho trovato solo delle prove che supportavano la corrente teoria dell’evoluzione. Ma ho deciso di guardare oltre i libri di testo. Ho cominciato a studiare i rapporti scientifici originali redatti dagli archeologi e da altri scienziati della terra a partire dall’epoca di Darwin fino ad oggi.

Quando l’ho fatto, sono rimasto sorpreso nel trovare numerosi rapporti di scoperte di ossa umane, impronte umane, e manufatti umani, vecchi di molti milioni di anni. Naturalmente ci sono anche prove delle varie specie di uomo-scimmia. Ma il quadro che emerge non è quello dell’evoluzione della specie umana dalle scimmie, ma della coesistenza degli esseri umani e di quelli scimmieschi”.

Cosa ne pensa della teoria di Darwin?
“Penso che Darwin dica alcune cose giuste e alcune sbagliate. Per esempio, ha ragione quando sostiene che la terra ha una storia geologica molto lunga, si può risalire indietro di miliardi di anni. Su questo sono d’accordo. Penso che sia anche corretto dire che tutti gli esseri viventi hanno un antenato in comune. Ma sbagliava nell’individuazione di questo antenato comune. Pensava fosse la più semplice cosa vivente, un organismo unicellulare. Ma secondo i testi Vedici, l’antenato comune era un grande essere umano chiamato Brahma. Da Brahma venne colui che generò una popolazione, chiamato Prajapatis, e da loro arrivarono le varie piante, gli animali, e gli umani, tutto questo dal principio della storia della terra. Questi argomenti vengono trattati nel mio ultimo libro, Human Devolution: A Vedic Alternative to Darwin’s Theory, recentemente pubblicato in italiano con il titolo  Le origini segrete della razza umana”.

Secondo lei come si è evoluta la razza umana? Se l’essere umano è davvero così “vecchio”, perché solo negli ultimi anni è riuscito a progredire all’attuale livello?
“Prima di chiederci da dove arriva l’essere umano, dobbiamo rispondere alla domanda “che cos’è un essere umano?Oggi, molti scienziati credono che un essere umano, o qualsiasi altra cosa vivente, sia solo una combinazione di normali elementi materiali. Ma in realtà gli esseri umani sono fatti di tre cose: comune materia; un sottile elemento di materia mentale con alcuni poteri psichici eccezionali come la telepatia, la visione remota; e una coscienza che può esistere indipendentemente dal corpo materiale. La prova che la coscienza può esistere separatamente dal corpo materiale viene dagli studi medici sulle esperienze fuori dal corpo e sui ricordi di vite passate. Quindi noi siamo fatti di materia, mente e coscienza. Tra queste cose, la coscienza è l’elemento primario. Oggi, molti scienziati credono che sia la materia l’elemento più importante. Credono che quando la materia si combina in modo complesso con il cervello, abbiamo la mente e la coscienza.

Ma solo temporaneamente. Quando la materia nel cervello è disorganizzata e porta alla morte, non c’è più né mente né coscienza. Secondo questo punto di vista, la materia è l’elemento primario. Ma io sostengo che sia la coscienza l’elemento più importante. La coscienza non è prodotta dalla combinazione di materia. Esiste sempre, separatamente dalla materia. Ma può essere temporaneamente coperta dalla materia e dalla mente, che io considero come un sottile tipo di materia. Quindi originariamente noi esistiamo come esseri di pura coscienza, in armonia con la sorgente di tutti gli esseri coscienti e con tutti gli altri esseri coscienti come noi. Se una coscienza diventa egoista, non può esistere a lungo in questa armonia, e scende al livello della materia. Al livello di materia, la coscienza ha bisogno di un mezzo attraverso il quale possa funzionare. Come se noi volessimo vivere sott’acqua, ci serve un mezzo, come un sottomarino o uno scafandro, nel quale possiamo funzionare. Il materiale corpo umano è un veicolo per la coscienza. Da dove arriva questo veicolo? Come gli altri veicoli, è stato progettato e costruito da esseri intelligenti. Esistono molti tipi di veicoli per le coscienze: pianta, animale, umano. Secondo il livello di coscienza, l’essere ottiene un certo tipo di veicolo o corpo.

Tutti i vari tipi di veicoli o corpi sono sempre qui, ma una particolare coscienza, attraverso il processo della reincarnazione, può “evolversi” attraverso i differenti veicoli di piante e animali fino ad arrivare al veicolo umano. Quindi questo processo nel quale la coscienza è coperta dalla materia è quello che io chiamo involuzione. Come esseri coscienti, non ci evolviamo dalla materia, come molti scienziati credono. Al contrario, ci involviamo, o scendiamo, dalla pura coscienza. Così questo succede da molto tempo. Il corpo umano, il veicolo umano, esiste dall’inizio della vita sulla terra. Qualcuno potrebbe pensare che gli esseri umani hanno progredito fino ad un livello avanzato di civilizzazione solo in tempi recenti. Ma non è così. La civilizzazione umana è cresciuta e caduta molte volte sulla terra, nel corso ciclico del tempo. I testi Vedici parlano di civiltà esistenti nel passato che avevano aerei e navicelle spaziali chiamate vimanas. Parlano anche di missili chiamati brahmastras, che assomigliano ai nostri moderni missili nucleari. La popolazione di quei tempi così lontani riconosceva anche l’ora dai movimenti degli atomi”.

Hanno origini differenti, secondo lei gli essere umani e quelli “scimmieschi”? Se sì, qual è la provenienza di uno e dell’altro?
“Il corpo umano e il corpo scimmia sono semplicemente due tipi di veicoli per la coscienza che lascia il livello di pura coscienza. Quindi c’è un’intelligenza superiore nel cosmo che progetta e costruisce questi veicoli. Una casa automobilistica può costruire vari tipi di automobili perché sa che persone diverse hanno bisogni diversi, diversi redditi e gusti diversi. Quindi secondo i bisogni, il reddito e i gusti del clienti, lui o lei possono avere una macchina su misura. Ma tutte le auto nel concessionario vengono dalla stessa casa automobilistica. Hanno tutte la stessa origine. Allo stesso modo, ci sono molti tipi di corpi materiali che servono come veicoli per la coscienza. A seconda del livello di coscienza, uno ottiene un certo tipo di corpo come veicolo. Se la nostra coscienza è al livello umano, allora avremo un corpo umano, nel quale è possibile tornare al livello del cosmo dominato dalla pura coscienza. Se la nostra coscienza è a un livello più basso di desiderio, potremmo avere il corpo di una scimmia. Ma tutti i corpi hanno la stessa origine, nella suprema coscienza che fornisce vari tipi di corpi materiali alle coscienze con diversi livelli di desiderio”.

A quanto pare di ritrovamenti che vanno in conflitto con le teorie ufficiali ce ne sono moltissimi. Perché nessuno (o pochi) ne parla? Perché c’è così tanta disinformazione secondo lei?
“La ragione principale è che i sostenitori delle teorie correnti subiscono un forzato monopolio governativo nel sistema dell’educazione dei vari paesi del mondo. Quindi tutti sono portati a credere che solo le prove che supportano le teorie correnti siano legittime.

Sono convinti che tutti gli altri tipi di prove siano illegittime, da non considerare seriamente. Io invece credo che le alternative alla corrente teoria darwiniana sull’evoluzione debbano essere ammesse nel sistema ufficiale dell’educazione. Di solito, non ci piace che il governo ci dica che possiamo guardare solo un canale televisivo o comprare un tipo di automobile.

Ma oggi chi ci governa ci sta dicendo che noi e i nostri figli possiamo imparare attraverso il sistema dell’educazione un’unica idea sulle origini della razza umana. Questo non è molto positivo per società che amano avere un’opinione di se stesse come libere e aperte. Quindi penso che sia necessaria un po’ più di apertura nel sistema dell’educazione mondiale”.

Cosa ne pensa dei famosi “scheletri giganti”? Si tratta di un’altra razza ancora?
“Anche secondo la scienza ordinaria, nel passato molte piante e animali erano più grandi. Quindi forse anche gli esseri umani erano più grandi. Penso che questo sia senz’altro possibile. Ci sono molti rapporti che documentano il ritrovamento di scheletri umani di grandi dimensioni. Sul web si vedono spesso fotografie di queste cose, ma sfortunatamente sembrano dei falsi. Uno non può veramente ritrovare lo scheletro reale. Quindi sì, credo che nel passato siano esistiti esseri umani di grandi dimensioni, ma sto ancora cercando delle conferme definitive di questo nella forma dei resti degli scheletri giganti”.

C’è qualcosa che vorrebbe far sapere ai nostri lettori?
“Le cose di cui stiamo parlando qui non sono solo oscuri argomenti per pochi scienziati e filosofi che discutono nelle loro torri d’avorio. Queste cose toccano la vita di tutti noi. Gli scopi che prefiggiamo per noi stessi, individualmente e collettivamente, sono largamente determinati dal nostro senso di identità personale. Se io penso “sono un uomo americano” allora mi comporto come tale, nel bene o nel male. Quindi i nostri scopi dipendono da come rispondiamo alla domanda: “Chi sono io?” e “Da dove vengo?”

Per i trascorsi 150 anni, attraverso il loro monopolio sul sistema educativo, gli evoluzionisti hanno avuto il potere di dettarci le loro risposte a queste importanti domande. E le risposte che hanno dato sono molto materialiste. Dicono che siamo solo macchine fatte di materia. Quindi non sorprende il fatto che i nostri scopi siano diventati molto materialistici. Molta gente pensa che produrre e consumare sempre più cose materiali sia lo scopo principale della vita umana. Io credo che questa crescita di produzione e consumo di cose materiali sia la causa principale delle nostre crisi ambientali. Gli evoluzionisti dicono che non solo siamo macchine fatte di materia, ma che siamo macchine fatte di materia in competizione con gli altri per sopravvivere.

Dunque non sorprende il fatto che troviamo conflitti ad ogni livello: conflitto tra individui, tra classi, tra razze, tra nazioni, e anche conflitto tra religioni. Come possiamo cambiare tutto questo? Penso che abbiamo bisogno di nuove risposte alle domande “chi siamo?” e “da dove veniamo?” Io credo che siamo tutti esseri di pura coscienza provenienti dalla stessa sorgente. Se queste fossero state le idee dominanti nella società, avremmo avuto un tipo di società diversa. Se veramente capissimo che siamo esseri di pura coscienza, saremmo capaci di essere felici così, piuttosto che dopo aver raggiunto sempre più cose materiali.

Questo aiuterebbe a risolvere le nostre crisi ambientali. Se veramente capissimo che siamo tutti esseri di pura coscienza, tutti provenienti dalla stessa sorgente, la smetteremmo di relazionarci con gli altri sulla base di differenze esterne come la razza, la nazionalità, e la religione. E questo aiuterebbe a ridurre il livello di conflitto nel mondo”.

Fonte

loading...
Continue Reading

Trending