Connect with us

Ufo e Alieni

Ex Astronauti Usa: ci sono basi Aliene sulla Luna e non ci permettono di tornare

Haran

Published

on

loading...
Mentre la Nasa si sta preparando a lanciare la prima missione umana su Marte, è curioso che dal 1972, dopo lo sbarco di Apollo 17, l’uomo non abbia più messo piede sulla Luna e, tanto meno, abbia ancora installato una base lunare. Secondo alcuni astronauti e numerosi ricercatori, il motivo è semplice: in realtà, sulla superficie lunare esistono già delle basi, ma non sono basi umane. L’ex capo del Sistema di Comunicazioni della Nasa, Maurice Chatelain ha confermato che nell’estate del 1969, durante la missione lunare Apollo 11, Neil Armstrong e Buzz Aldrin hanno avvistato due Ufo sul bordo di un cratere, e ha dichiarato: «Gli incontri erano di dominio pubblico alla Nasa, ma nessuno ne ha mai parlato fino a oggi». Secondo Armstrong, sarebbero stati ‘dissuasi’ dall’andare di nuovo sulla Luna a causa degli extraterrestri.
(©Wikipedia)
L’ex impiegato della Nasa Otto Binder, ha affermato che una radio ricevente anonima ha penetrato il sistema di ponti radio di trasmissione della Nasa intercettando la seguente conversazione:
Nasa: Cosa c’è là? Controllo missione chiama Apollo 11…
Apollo: Questi ‘bambini’ sono immensi, Signore! Enormi! Oh Mio Dio! Non ci crederete! Vi sto dicendo che ci sono altre astronavi là fuori, allineate dal lato opposto del bordo del cratere! Sono sulla Luna e ci stanno osservando!

(©YouTube Screenshot : Benjamin Redman)
Nel 1972, durante l’ultima missione della Nasa, Apollo 17, solo la Cbs ha coperto con la diretta televisiva la traversata sulla superficie lunare del veicolo, sul quale era installata una telecamera azionata dagli operatori sulla Terra. I comandi impartiti dalla base, a causa della distanza dalla Luna, arrivavano alla telecamera sul rover con quattro secondi di ritardo e, nel trasmettere una panoramica sul paesaggio, improvvisamente ha catturato l’immagine di quella che sembrava una massiccia costruzione in lontananza.

(©YouTube Screenshot : Benjamin Redman)
Il presentatore della Cbs, il grande Walter Cronkite, scioccato, ha esclamato: «Quella sembra una costruzione umana!». Quasi immediatamente, la diretta televisiva è stata interrotta mentre Cronkite è stato rimpiazzato da filmati di repertorio intitolati ‘Registrati stamattina’.
Venti minuti dopo, Walter Cronkite è tornato in onda e, perplesso, ha comunicato agli spettatori che la cosiddetta «costruzione umana» in realtà era solo una parte del mezzo lunare, ma le riprese non sono più andate in onda, né l’incidente è mai stato citato alla Tv o in alcun documento pubblico.
(©YouTube Screenshot : YouTube Movies)
È noto come sia responsabilità della Nasa controllare quali informazioni rendere pubbliche: Dona Hare, ex impiegata della Nasa, ha spiegato che lei e le sue colleghe avevano il compito di ritoccare le prove di attività aliene nell’atmosfera terrestre e sulla superficie lunare.
Dona riporta una conversazione con una sua collega: «Cosa hai intenzione di fare con queste informazioni? “Dobbiamo ritoccare questo materiale” […] mi dicevano che c’era stato un insabbiamento […] mi dicevano: “Non rivelarlo mai, ho detto, o negherò tutto!”».
Eppure, sembra che quell’immagine della cosiddetta ‘attività aliena’ sulla Luna sia trapelata ugualmente: il primo ottobre 2010, la Cina ha lanciato il Chang’e-2 in  orbita attorno alla Luna, ma le sue affermazioni che il satellite cinese abbia ripreso immagini di quella che assomiglia a un’installazione sulla superficie lunare, sono state ampiamente contestate, e sembra che provengano invece dagli archivi della Nasa. Le foto però non sono numerate e il fatto non può essere confermato.
(©YouTube Screenshot : YouTube Movies)
Ora, ci si chiede se il governo cinese possa aver divulgato intenzionalmente (e forse polemicamente) le foto degli archivi della Nasa, prima che potessero essere manipolate.
(©YouTube Screenshot | Abundance of Energy)
Infatti, molte di queste prove sono state confermate da numerosi funzionari di alto livello come Karl Wolf: l’ex militare della Us Air Force, che ha avuto accesso a certi ‘messaggi cifrati top secret‘, ha rivelato quello che gli ha riferito un impiegato della Nsa: «Abbiamo scoperto una base sulla faccia nascosta della Luna», Wolf ha poi aggiunto: «Poi ha tirato fuori una di queste [mappe, ndr] e ha indicato questa base, caratterizzata da diverse forme geometriche».
«C’erano delle torri; c’erano degli edifici sferici […] era imponente. Alcune strutture erano lunghe 7-800 metri. Erano strutture immense».
(©YouTube Screenshot ; Blast World Mysteries)
Molte immagini, catturate durante la missione Apollo 16, sembrano rivelare l’esistenza di costruzioni gigantesche. Una struttura cilindrica, simile alla torre di raffreddamento di una centrale nucleare, è stata scoperta dietro quella che sembrerebbe essere un’altra torretta. E un’immagine, ricavata attraverso una ricostruzione digitale tridimensionale della foto, fa vedere come potrebbe apparire la struttura vista da vicino sulla superficie lunare.
(©YouTube Screenshot : YouTube Movies)
Tutte queste prove risultano convincenti, anche perché sono state avvalorate dalle affermazioni di un folto numero di famosi astronauti. Il dottor Edgar Michell, sesto uomo a camminare sulla Luna e astronauta dell’Apollo 14, ha infatti affermato: «Dopo aver viaggiato nello spazio, sono convintissimo che gli alieni ci stanno guardando. Non so quanti, dove e come fanno, ma ci guardano; vediamo che queste astronavi ci sono sempre».
(©Wikipedia)
Il pilota del modulo lunare Apollo 11 Buzz Aldrin ha supportato questa teoria riportando una sua esperienza: «Ho visto questa luce che si muoveva rispetto alle stelle. Siamo stati abbastanza accorti da non dire: “Huston, ci sono delle luci fuori là fuori che ci stanno seguendo”, così, tecnicamente, sono diventati oggetti volanti non identificati».

loading...

Ufo e Alieni

“La vita sulla Terra cambierà quando la Sfinge sarà sbloccata”

Haran

Published

on

By

loading...

Boriska Kipriyanovich: “La vita sulla Terra cambierà quando la Sfinge sarà sbloccata”

Il ragazzo russo che ha confuso gli esperti per 20 anni, dice che nella sua vita precedente viveva su Marte e che la vita cambierà una volta che la Sfinge sarà “sbloccata”.

Boriska Kipriyanovich, 20, ha  dimostrato una grande conoscenza dello spazio, fin da quando era bambino.

Sostiene di aver volato nell’antico Egitto come pilota., nella sua vita precedente.

Quando era uno studente, disse che i marziani avevano una forte connessione con gli antichi egizi sulla Terra.

Ha detto che la vita sulla Terra cambierà quando la Grande Sfinge di Giza sarà “sbloccata”.

Boriska Kipriyanovich afferma di essere volato sulla Terra come pilota

Ha aggiunto che il meccanismo di apertura è dietro l’orecchio della sfinge.

Ha detto: “La vita umana cambierà quando la Sfinge sarà aperta, ha un meccanismo di apertura da qualche parte dietro l’orecchio, non ricordo esattamente dove.”

Mr. Kipriyanovich dice che i marziani misurano circa sette metri di altezza e che vivono ancora sottoterra nel pianeta e respirano anidride carbonica.

Spiega che c’è stata una catastrofe causata da una guerra nucleare tra gli “esseri” che vivono lì.

Apparentemente, c’erano solo pochi sopravvissuti che costruirono habitat protettivi e nuove armi. Afferma inoltre che i marziani sono immortali e prevengono l’invecchiamento all’età di 35 anni.

Ha detto che sono tecnologicamente avanzati e capaci di fare viaggi interstellari.

I suoi genitori affermano che ha iniziato a parlare dopo alcuni mesi dalla nascita ed ha sorpreso tutti perchè  riusciva già a leggere, scrivere e disegnare  all’età di due anni.

Sua madre è una dottoressa e ha detto che la prima indicazione che le ha fatto capire che era speciale è arrivata a poche settimane dopo la nascita, quando è stato in grado di alzare la testa senza aiuto.

Kipriyanovic dice che i marziani vivono sottoterra 

Si dice che da piccolo discutesse di argomenti che nessuno gli aveva mai insegnato.
Mentre frequentava l’asilo, i suoi insegnanti realizzarono le sue incredibili capacità di scrittura e lingua, oltre alle straordinarie capacità di memorizzazione.

Parlava spesso del sistema solare da bambino.
Sua madre e suo padre affermano di non avergli mai insegnato nulla sullo spazio da bambino, ma lui si sedeva e parlava di Marte, sistemi planetari e civiltà aliene.
Dissero che il suo interesse principale era su Marte e non passò molto tempo prima che iniziasse a sostenere di essere nato su Marte.

A cura di Hackthematrix

 

loading...
Continue Reading

Ufo e Alieni

Yuri Gagarin e i suoi contatti con gli alieni

Haran

Published

on

By

loading...

Subito dopo la grande guerra, i sovietici affrontarono il tema degli UFO con la massima serietà prestando una particolare attenzione su ciò che avrebbe potuto nascondersi effettivamente dietro a questo insolito e controverso fenomeno aereo.
Nel 1980,Boris Sokolov, un colonnello russo in pensione, ha vouto condurre uno studio approfondito del fenomeno Ufo a seguito del quale è emerso che “l’intera Unione Sovietica era diventata come un gigantesco hotspot di fenomeni aerei non meglio identificati. Rimanendo sempre in quella che una volta era l’Unione Sovietica viene da chiedersi cosa è successo veramente a Yuri Gagarin, il primo uomo ad essere spedito nello spazio e a vedere la Terra da una prospettiva mai vista prima?
Il fatto che sulla Luna potrebbero nascondersi dei manufatti extraterrestri è stato discusso anche da Marina Popovich, un pluridecorato pilota collaudatore di prima classe che conosceva personalmente molti cosmonauti, tra cui il famoso Yuri Gagarin. La Popovich era anche un’accanita studiosa di fenomeni aerei non meglio identificati la cui ricerca personale gli consentì di formulare una teoria interessante. La collaudatrice russa è stata la prima a stabilire che la Luna era straordinariamente protetta dalle radiazioni solari, nonostante fosse priva di atmosfera, come quella che protegge ogni forma di vita sulla Terra.
Bisogna tenere presente che l’Unione Sovietica è stata la prima potenza a raggiungere la Luna sulla quale si sarebbero verificati ripetuti incontri alieni al punto da costringere l’agenzia spaziale russa a interrompere le programmate missioni lunari le cui motivazioni furono strettamente classificate.
Quindi, a quanto pare, le varie riprese video delle missioni lunari furono girate da Hollywood proprio per ridicolizzare i risultati ottenuti dagli ufologi russi.
Si ritiene che lo sconvolgente rapporto di Yuri Gagarin sulla presenza nello spazio di intelligenze aliene sia la vera causa della sua misteriosa morte, se non addirittura del rapimento del primo cosmonauta russo ad aver stabilito un contatto con degli extraterrestri. Inoltre, questi incontri cosmici avrebbero influenzato le varie leadership degli Stati Uniti e dell’URSS. Basta ricordare quando Kennedy cercò di declassificare le informazioni sugli alieni, e Krusciov decise di rivolgere una maniacale attenzione all’esplorazione spaziale i cui risultati risultarono molto contraddittori, come tutto ciò che riguarda gli alieni e la questione Ufo. Ad esempio, le missioni lunari degli americani sono state messe in discussione e addirittura diventate oggetto di scherno da parte degli scienziati russi. Nessuno sa davvero perché gli americani si siano voluti comportare come se avessero voluto ignorare intenzionalmente ciò che si nascondeva sulla superficie lunare.
Anche la posizione dell’ex URSS, la cui leadership non ha mai confutato i voli degli astronauti americani sulla Luna, non è mai stata chiara. Cio’ nonostante, l’attuale leadership della Russia rimane assai controversa e prudente; per quale motivo?
Gagarin divenne una celebrità internazionale, un eroe spaziale che nel suo paese fu insignito di ogni tipo di onorificenza.
Il governo di Krushchev gli conferì l’Ordine di Lenin e lo nominò Eroe dell’Unione Sovietica. Il trionfo di Gagarin fu un duro colpo per gli Stati Uniti, che avevano programmato il suo primo volo spaziale per il maggio 1961. Inoltre, un astronauta statunitense non avrebbe eguagliato l’impresa di Gagarin nell’orbitare attorno alla Terra se non nel mese di febbraio 1962, quando l’astronauta John Glenn riuscì a completarev tre orbite terrestri. Nel 1961, Titov era già diventato il secondo sovietico ad essere riuscito a raggiungere lo spazio, completando ben 17 orbite terrestri della durata di 25 ore.

loading...
Continue Reading

Ufo e Alieni

L’Elite dei Rettiliani? Secondo David Icke esiste e ci controllano da tempo immemorabile

Haran

Published

on

By

loading...

I Rettiliani sono tra noi, bevono sangue, mangiano carne, possiedono una forma umanoide, ma sono rettiliani, extraterrestri con un solo obiettivo nelle loro testoline a sangue freddo: per schiavizzare la razza umana.

Sono i nostri leader, i nostri dirigenti, i nostri amati attori da premio Oscar e sono responsabili dell’Olocausto, i bombardamenti Oklahoma City e gli attacchi del 9/11 … almeno secondo ex BBC e giornalista David Icke, che divenne il manifesto umano di questa teoria nel 1998, dopo aver pubblicato il suo primo libro, il segreto più nascosto, che conteneva interviste con due inglesi che sostenevano i membri della famiglia reale, che a loro dire, non sono altro che i rettili con la corona.

Il teorico della cospirazione e filosofo New Age, dice che questi “Anunnaki” (i rettiliani) hanno controllato l’umanità fin dai tempi più antichi. Contano tra loro, la regina Elisabetta, George W. Bush, Henry Kissinger, Bill e Hillary Clinton e Bob Hope.  Icke afferma anche che le lucertole sono dietro a società segrete come la massoneria e gli Illuminati. Dal momento che si è guadagnato il titolo di “paranoico del decennio” alla fine del 1990, Icke ha scritto diversi libri sull’argomento, tra cui il suo ultimo lavoro, The David Icke Guida alla cospirazione globale, pur operando sul proprio sito web

I rettilinei esistono, almeno secondo l’opinione di molti.

Video al quanto discutibile di Hillary Clinton che vi mostriamo subito qui sotto.

via AlienOrigins

loading...
Continue Reading

Trending